Seguici

Altro

Lo sport bluceleste è di Serie A o B: il resto della città?

Condividi questo articolo sui Social

Lo sport bluceleste si guarda allo specchio e si scopre in salute, a un livello che probabilmente la città non raggiunge in molti altri settori.

Con il salvataggio in extremis della Calcio Lecco da parte del milanese di Puglia Paolo Di Nunno, le squadre unite dai colori blucelesti possono dire di militare tutte in categorie nazionali, e di veleggiare a ottimi livelli.

Il club calcistico, reduce dai patimenti delle scorse stagioni, ripartirà dalla Serie D con l’obiettivo sbandierato di vincere il campionato, ed è atteso da una campagna acquisti faraonica. Il Basket Lecco ha appena disputato le semifinali play-off in Serie B, annunciando ambizioni sempre più alte per il prossimo campionato. Il Rugby è ormai da dieci anni in Serie B ed è la squadra che più ha coltivato nel tempo il settore giovanile, tanto da esserne diventato il naturale sfogo. Il quindici di Sebastian Damiani, da gennaio in avanti, ha mantenuto un cammino di vertice.

Nel volley, la Picco Lecco ha sfiorato il salto in Serie B1, venendo beffata solo all’ultima giornata. Anche il Lecco Calcio a 5 può dire di essere rinato, se si pensa a com’era stata abbandonata la Serie A2 un paio di stagioni fa. La ripartenza è stata proficua, con un presente ben radicato in Serie B e possibilità di ulteriore crescita.

La Pallanuoto Lecco è l’entità più giovane eppure in pochi anni ha costruito una squadra solida e un vivaio florido, riportando passione nella piscina del Bione: a breve potrebbe arrivare la chance in un campionato di federazione.

Aggiungiamo a queste il Tennis Club Lecco, che domenica proverà a raggiungere la Serie A2 rimontando lo Sporting Torino; la Ghislanzoni Gal, protagonista di una splendida stagione con le sue ragazze in Serie A2; il Circolo della Scherma Lecco capace di raggiungere la B1 di sciabola e conquistare svariati titoli regionali e medaglie agli Italiani.

La sintesi è che lo sport bluceleste è in salute come forse non lo è mai stato. Abbiamo parlato, nella nostra analisi, solo di “Serie A” e “Serie B”. Quanti altri settori della città meriterebbero queste categorie?

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro