Seguici

Altro

Trial: Grattarola ancora tricolore indoor e outodoor. Mai nessuno come lui

Condividi questo articolo sui Social

Matteo Grattarola ha costruito l’ottava meraviglia. Lo ha fatto alla sua maniera: stando davanti a tutti. Il pilota di Margno ha conquistato ancora una volta il Campionato italiano outdoor di trial, aggiungendolo così alla sua infinita collezione, che già mercoledì scorso si era arricchita del tricolore indoor. I titoli nazionali di Grattarola sono ora quindici, anche se lui stesso ammette di avere perso il conto: «Sono soddisfatto ma ormai è semplicemente fare il mio lavoro, non sento di avere realizzato qualcosa di speciale come quando vinsi il primo. Certo, sono il più vincente della storia in Italia e questo mi fa piacere».

In quattro giorni, l’alfiere delle Fiamme Oro si è confermato campione sia al coperto che all’aperto. A Varazze, a metà settimana, la sfida è stata totale con il malgratese Luca Petrella e con Gianluca Tournour: «Chi vinceva si prendeva il titolo – spiega Grattarola – È stato emozionante, ho sentito la pressione ma è andata bene». A Badia Calavena, domenica, sono mancati i tradizionali festeggiamenti perché la vittoria del Campionato italiano outdoor è giunta un po’ a sorpresa. «Mancava ancora un gara, pensavamo che l’aritmetica sarebbe arrivata nell’ultima prova di Spoleto, invece con il successo di tappa ho portato a 20 punti il vantaggio sul secondo, e avendo vinto più gare resterò primo anche in caso di arrivo a pari punti».

Gli obiettivi stagionali sono stati raggiunti, ma il pilota valsassinese ha qualche rammarico per come è andato il Mondiale 2017. «Ho fatto bene ma in classifica mi penalizzano le due brutte prove del Giappone – chiosa Grattarola – Mancano due gare e non ho ancora perso le speranze di salire sul podio».

 

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro