Seguici

C3, BluCeleste in profondità

Vincere e convincere

Condividi questo articolo sui Social

Tre vittorie consecutive nelle ultime tre gare disputate hanno alzato, e di molto, il livello delle certezze e dell’autostima di tutto l’ambiente bluceleste.
Ne traggono giovamento la squadra e il tecnico in primis, ma l’effetto benefico si respira anche tra i tifosi che dopo le premesse del precampionato non si aspettavano una partenza così in salita come quella delle prime giornate.

La classifica ci sorride un pochino di più, lasciando la vetta a una distanza importante ma non impossibile.
Quello che però ancora non si riesce a intuire è il gioco. Non parliamo di moduli, no! Non ci interessa dissertare sulle combinazioni algebriche piuttosto che geometriche, tanto care a vari commentatori TV, piuttosto che a giornalisti oramai assurti a ruoli di “tecnici”.

Noi abbiamo sempre pensato che, al di là dei moduli, conti avere in rosa buoni giocatori. E continuiamo a pensarla allo stesso modo. Il compito di chi dirige la squadra è assemblarla in modo che le peculiarità individuali dei singoli giocatori non siano “assoli musicali”, ma piuttosto musica e sinfonia suonata da un’intera orchestra.
Proprio questo è il punto. 1Le prime dieci giornate di campionato giocate dai blucelesti non hanno ancora mostrato un gioco di squadra convincente ed efficace.

Ci è sembrato per lo più di intravedere giocate basate sulle qualità dei singoli, non ancora un’interpretazione corale che presupponga l’applicazione di schemi ordinati e precisi.
Lo stimolo a questi rilievi sulla mancanza di un gioco “identificabile” si è fatto ancora più urgente proprio nell’ultimo periodo.
Non più tardi di un paio di giorni fa, un comunicato ufficiale della Calcio Lecco notificava la richiesta del presidente e patron Paolo Di Nunno per un maggiore interesse da parte del pubblico (che Di Nunno si aspettava più numeroso).

La stessa nota ufficiale chiedeva anche il sostegno da parte di imprenditori locali a sponsorizzare lo sforzo che la proprietà della Calcio Lecco sta attuando per cercare di raggiungere l’obiettivo del salto di categoria.

La partecipazione del pubblico è oggettivamente più bassa di quanto ci si aspettava, pur essendo sempre tra le più alte dei gironi di serie D del Nord Italia. Un maggior numero di tifosi presenti allo stadio sarebbe facilmente raggiungibile se la squadra mostrasse un percorso di continuità non solo nei risultati, ma anche e sopratutto nelle prestazioni con un gioco convincente e identificabile.

La strada per riempire di tifosi il Rigamonti-Ceppi è una sola e passa esclusivamente dal gioco mostrato dalla squadra.
Va da sé che se il Lecco producesse spettacolo e risultati, la gente tornerebbe a gremire gli spalti.
Nelle ultime gare abbiamo visto i risultati. Restiamo in attesa del gioco e dello spettacolo.
Certo importante è vincere, ma altrettanto importante è convincere.

Linotype

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in C3, BluCeleste in profondità