Seguici

Prima squadra rugby

Rugby Lecco, Gheza alza il tiro: “Senza club house andremo via dal Bione”

Il presidente del Rugby Lecco Stefano Gheza con l'Under 10
Condividi questo articolo sui Social

Non solo il problema docce, vicino a una risoluzione, ma anche quello relativo alla club house è un forte interrogativo per il Rugby Lecco 1975.

A parlarne è stato il presidente dei Leoni blucelesti Stefano Gheza, intervenuto durante la diretta Facebook di mercoledì 13 dicembre: “Martedì sera ho avuto un colloquio con il responsabile alla manutenzione di Sport Management, che risolverà la questione presentatagli domenica sera. E’ stata, però, solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, perchè il problema alle tubature verrà risolto ma la situazione è diventata insostenibile e pregiudica la nostra esistenza.

Gheza non si risparmia nell’elencare i disagi che sta vivendo a capo della sua associazione: “Domenica ha nevicato, ma la problematica maggiore è quella relativa alla club houseche ci sta facendo perdere ragazzi su ragazzi; per questo credo che non porteremo fino alla fine il campionato di Serie C. Senza una zona a loro dedicata finiremo per perdere tutti i nostri atleti, che non hanno più un luogo di aggregazione di vitale importanza per uno sport come il nostro. Andrebbe bene anche se fosse provvisoria, ma l’importante è che ci sia quest’area a loro disposizione. Abbiamo un’accademia interna che rischia di essere messa in forte discussione, in generale il nostro progetto virtuoso rischia fortemente di non poter essere mantenuto.”

Le “maniere forti” sono tutt’altro che lontane: “Non posso perdere due anni di lavoro con i miei ragazzi, sto valutando di lasciare il “Bione” e di trasferire l’attività, perchè non posso iniziare il prossimo anno senza avere nuovamente una club house. Il sindaco Virginio Brivio sa bene quali sono le nostre esigenze. Lo vedete anche voi che i risultati non sono in linea con gli anni scorsi, ma c’è un motivo se questo accade: un’area aggregativa è una tradizione nel nostro mondo, irrinunciabile, chi non l’ha mai vissuta non può capire quanto significa per noi.

L’accusa-tipo rivolta a Gheza ha riguardato anche il suo biennio in carica come assessore comunale: “Quando ero a Palazzo Bovara andava tutto bene, il “Bione” è un centro da riqualificare in tante zone ma ha ancora dei lati positivi. Il nostro problema non c’era quando ero assessore, quello dei campi nemmeno, le polemiche fanno parte del gioco ma c’entrano poco con questo caso. Andare via da Lecco a me farebbe piangere il cuore, ma devo avere davanti la possibilità di crescere e arrivare finalmente alla Serie A con la Prima Squadra.”

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Prima squadra rugby