Seguici

Calcio

Foto | Crollo Olginatese: bianconeri in otto, l’Arconatese serve il poker

Il volto di mister Arioli al termine di Olginatese-Arconatese
Condividi questo articolo sui Social

Costano care le ingenuità all’Olginatese, costretta a cedere il passo all’Arconatese.

Ingenuità arbitrali e proprie, in grado di condizionare fortemente una gara che, al contrario, rappresentava un’ottima occasione per rilanciarsi in classifica dopo la battuta d’arresto patita con la Caronnese. I bianconeri, aldilà delle tre espulsioni rimediate, combinano troppo poco contro gli oroblù, che pure non si mettono particolarmente in mostra ma sembrano semplicemente crederci un po’ di più dei padroni di casa.

Vero, a sbloccare il risultato è un generosissimo rigore concesso da Castellone di Napoli e trasformato da Comi, ma la reazione dei ragazzi di Arioli è poca cosa; anzi, è l’Arconatese a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa che bacia la traversa e un’altra grande occasione costruita da Comi. In campo l’Olginatese, che pur arrivava da delle buone prestazioni, è nervosa e sbaglia tutte le decisioni negli ultimi trenta metri. L’occasionissima arriva per pareggiare arriva sui piedi di Carlone, ma il giovane difensore di casa colpisce in pieno Savini, portiere ospite. Le altre, di occasioni, non vanno oltre lo status di potenziale: la velocità di Tremolada gli consente di costruire almeno due contropiedi clamorosi, ma in entrambe le situazioni il giovanissimo attaccante olginatese finisce per portarsi la palla in una zona dove non può più far male, con buona pace dei compagni appostati a centro area in totale solitudine.

Gli errori si pagano in ogni categoria: ad inizio ripresa Calloni si fa cacciare per un’ingenuità che gli costa il secondo giallo; al 24′ si materializza la peggiore delle catasfrofi sportive: un rimpallo favorisce Sow (in sospetto fuorigioco), steso da Iali al limite dell’area. Il portiere viene punito con il cartellino rosso, sorte che tocca anche a Fabiani per qualche parola di troppo rivolta al guardialinee Basili. Il risultato si gonfia come una logica conseguenza: Sow raddoppia su una corta respinta di Festinese, il tris lo mette a segno ancora Comi su calcio di rigore, questa volta sacrosanto, il poker arriva grazie a un tiro da fuori di Rasini su cui il 18enne portiere non fa una gran figura. Gli ultimi dieci minuti passano con le due squadre ferme in mezzo al campo a passarsi il pallone, quanto di peggio si possa vedere su un campo da calcio.

La classifica, fortunatamente, non si è fatta più nera: l’Olginatese rimane attaccata alla zona salvezza, difesa dal Borgaro Nobis (sconfitto 0-1 dal Chieridue punti più su.

Olginatese 0-4 Arconatese (0-1)

Olginatese: Iali; Fabiani, Carlone, Calloni; Menegazzo,  Lacchini (29’ st Narducci), Calviello (46’ Cataldi), Valenta, Caputo (16’ st Tchetchoua); Tremolada (22’ st Festinese), Castagna. All. Arioli.

Arconatese: Savini; Aprile (1’ st Finato), Di Maio 6 (1’ st Novello), Vavassori; Bonfanti, Di Lauri (24’ st Vettraino), Balacchi (31’ st Romanini),  Rasini, Dejori; Comi, Sow (30’ st Doria). All. Livieri.

Marcatori: 18’ rig. Comi (A), 26’ st Sow (A), 29’ st rig. Comi (A), 31’ st Rasini (A).

Arbitro: Castellone di Napoli.

Ammoniti: Di Lauri (A), Balacchi (A), Calloni (O), Lacchini (O), Menegazzo (O); espulsi: 17’ st Calloni (O), 20’ st Iali (O), 21’ st Fabiani (O).

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio