Seguici

Rugby

Locatelli: «Il Cus Milano ci somiglia. Possiamo far valere il nostro gioco»

Giancarlo Locatelli, veterano del Rugby Lecco
Condividi questo articolo sui Social

Il Rugby Lecco è uscito battuto dalla sfida di domenica al Piacenza, ma non può appellarsi ad alcuna scusante. Parola del veterano bluceleste Giancarlo Locatelli

Una sconfitta senza recriminazioni. Questo pensa Giancarlo Locatelli del ko del suo Rugby Lecco con Piacenza.

«Abbiamo fatto la nostra partita», spiega analizzando l’ultimo match. «Abbiamo riguardato il video del match con coach Sebastian Damiani. La realtà è che noi siamo una squadra che crea una grande mole di gioco, e siamo soggetti a errori di gestualità. Se un team “fisico” come Piacenza tocca cento palloni a partita, noi ne tocchiamo mille. È normale che la percentuale di errori si possa alzare. La differenza l’hanno fatta due placcaggi degli emiliani che hanno fruttato due mete. Paghiamo errori gratuiti e ci mancano giocatori più fisici, il cosiddetto “ball carrier”, colui che porta avanti il pallone. Quando ci scontriamo con squadre di questo genere sentiamo il gap».

Tecnica e possesso, meno “fisico”

Il Lecco, domenica, ha fatto il suo, dominando nel possesso: 70%-30% nel primo tempo e 80%-20% nel secondo. Statistiche simili anche nel vantaggio territoriale. «Le occasioni ci sono state, non le abbiamo concretizzate. Purtroppo capitano stagioni come questa. Non dimentichiamo inoltre che abbiamo un quinto della formazione titolare dello scorso anno, c’è stato un profondo rinnovamento, molti sono giovani. Stiamo impiegando più tempo del solito per trovare gli equilibri ideali. Dobbiamo cercare di salvarci il prima possibile, continuando a lavorare senza troppi fronzoli. La disponibilità al sacrificio c’è».

Domenica trasferta sul campo del Cus Milano, storicamente difficile. «Loro ci somigliano, hanno una squadra che possiede caratteristiche simili alla nostra, giovane, con molta tecnica e tanto possesso. Hanno un gioco dinamico e credo che, per assurdo, le dinamiche della partita ci favoriranno di più rispetto alle ultime sfide. Dovremo lavorare bene in difesa per poi essere efficaci in attacco. Milano e Biella giocano un rugby vicino al nostro, naturalmente finora con migliori risultati. Siamo fiduciosi».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Rugby