Seguici

Calcio

Video | Calcio Lecco, Tacchinardi aspetta il Lumezzane: “Questa squadra deve amare il suo lavoro”

Condividi questo articolo sui Social

“I ragazzi devono spingere di più e amare il loro lavoro”, firmato Alessio Tacchinardi.

L’allenatore bluceleste ha chiuso la seconda settimana alla guida della squadra bluceleste, attesa, domani alle 14.30 (diretta radiofonica all-device su www.leccochannel.it e www.leccochannelnews.it, ndr), da una difficile sfida con il Lumezzane. Una sorta di “bestia nera” per la Calcio Lecco 1912, che anche all’andata ha confermato la sua tradizione negativa con i rossoblùMartedì pomeriggio la riunione negli spogliatoi del centro sportivo “Rio Torto” è stata decisamente lunga: quasi un’ora e mezza di confronto tra allenatore e giocatori, che stanno vivendo un momento complesso e sono attaccati da quasi ogni direzione.

Una sorta di tiro al piccione da cui si può uscire solamente in una maniera: vincendo. «Mi piace essere diretto con i ragazzi, onesto – ha spiegato mister Alessio Tacchinardi a Lecco Channel News -. Questa è una squadra che può e deve fare di più, deve essere più affamata e cattiva. Dopo la partita di domenica parlato con mister Bolis (allenatore del Caravaggio, ndr) e mi ha detto che ha visto una discreta squadra dall’altra parte del campo, ma cose come il secondo gol subito non mi sono per niente piaciute

Non facile neanche toccare i tasti giusti per stimolare l’orgoglio un po’ sopito: «Domenica andiamo a giocarci la partita della vita, che dobbiamo vincere a tutti i costi. Dobbiamo mettere più amore nel nostro lavoro, dobbiamo avere voglia di correre e spingere al massimo, non è facile».

Il rischio è quello di giocare in un “Rigamonti-Ceppi” con i fucili spianati: «I ragazzi capiscono il momento, gli ho detto che una tifoseria del genere ha tutto il diritto di contestare, perchè vogliono che i giocatori sudano la maglia. Mi auguro che ci sia un po’ di comprensione da parte della gente, poi, alla fine della partita, ci prenderemo fischi o applausi. Lecco è una piazza stimolante, i giocatori devono capire che qui c’è più pressione che da altre parti. Dobbiamo riportare la gente dalla nostra parte, ma il Lumezzane è un avversario ostico.»

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio