Seguici

Basket

Basket Lecco devastante in difesa e in attacco: espugnata Olginate

Condividi questo articolo sui Social

C’è partita soltanto nel primo quarto, poi la fisicità in difesa diventa soffocante: il derby finisce 66-87. Espulso Meneguzzo

Un superlativo Basket Lecco domina il derby a Olginate e infila la settima vittoria consecutiva in Serie B. In un PalaRavasio gremito e rumoroso, bellissimo, i blucelesti inscenano una prova di grande intensità difensiva, soffocando i lunghi olginatesi, concedendo tiri non semplici, e allo stesso tempo trovando il canestro con continuità disarmante.

Sugli scudi il rientrante Alessandro Maccaferri, mvp di serata con l’irrefrenabile Alberto Cacace del secondo tempo. È anche la partita di Ivano Perego, vice coach che assume il comando nel secondo quarto dopo l’espulsione di un Massimo Meneguzzo nervosissimo con gli arbitri. Vince la superiorità fisica e tattica di Lecco, ma coach Alessandro Galli a fine gara trova spunti positivi per la sua Olginate, pur ammettendo di «avere sbagliato pensando più a punire loro che non al nostro gioco».

Avvio di derby molto intenso: Olginate piazza il primo break e sale a +5, ma è Quartieri a riportare sotto Lecco, che trova un’ottima circolazione in attacco, con Maccaferri pienamente recuperato. Dall’altra parte scattano bene Bassani e Planezio. Lo strappo bluceleste è firmato proprio da un Maccaferri ispiratissimo. Il primo quarto si chiude 18-23.

Il secondo quarto è dominato dagli ospiti che mettono subito il turbo, trascinati da un Morgillo letale anche dalla distanza. Il margine è di dieci punti. Olginate subisce la difesa bluceleste e fatica a trovare il canestro. Dopo cinque minuti, e due tecnici per veementi proteste, espulso coach Meneguzzo: Olginate riassapora le motivazioni perdute e si riavvicina. Si chiude 34-47.

La rimonta olginatese dura solo tre minuti

Lecco è però in serata, sospinto da una fame agonistica rara. L’inizio di terzo periodo è devastante. Fabi e Balanzoni trovano la via del canestro con puntualità, Olginate continua a fare troppa fatica negli abbinamenti. Vantaggio +23, poi sono gli ex Siberna e Bassani a guidare i padroni di casa al minibreak che li riporta nel giro di tre minuti a -12. Galli si scuote in panchina, ci crede, ma il canestro di Alberto Cacace risveglia Lecco dal torpore ed è lo stesso numero 22 a ricucire il vantaggio con una serie di giocate spettacolari. Si torna in panchina sul 49-70.

Nell’ultimo periodo Lecco continua a martellare da entrambi i lati del campo, Cacace è una furia, Quartieri spietato. I blucelesti arrivano al vantaggio massimo di +27. Gli ultimi cinque minuti si trascinano con le difese che concedono e gli Under in campo, perché la vittoria è saldamente nelle mani del Lecco. Finale 66-87.

«I ragazzi hanno dimostrato che se hanno la giusta intensità difensiva, tutto diventa più facile», ha commentato Ivano Perego. «Non è la prima partita quasi perfetta che giochiamo in stagione, vuol dire che questo è il nostro livello».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket