Seguici

Rugby

Locatelli, buon sangue non mente: Samuele in ritiro con l’Italia Under 17

Condividi questo articolo sui Social

Il più giovane della famiglia con grande tradizione rugbistica a Tirrenia per un raduno azzurro. L’obiettivo è entrare nei 25 che andranno in Francia. Il fratello Giancarlo: «È cresciuto tantissimo».

Un giovane lecchese con la maglia azzurra. Samuele Locatelli, fratello minore del veterano del Rugby Lecco Giancarlo (e di Mattia, ora in forze al Rugby Brescia), è stato chiamato dai responsabili tecnici della Nazionale Under 17 per un importante raduno che si svolge a Tirrenia da oggi, martedì, fino al 16 febbraio.

Non si tratta propriamente di una vera convocazione, ma di un passaggio fondamentale. Samuele, infatti, fa già parte del progetto dell’Accademia federale, e settimana scorsa ha partecipato a un preritiro a Parma con decine di coetanei. L’obiettivo è entrare nella rosa dei 25 che partiranno per la Francia agli ordini dai selezionatori dell’Italia Under 17, Paolo Grassi e Paul Griffen.

«Questi raduni sono estremamente utili per la crescita dei ragazzi», racconta il fratello Giancarlo, giocatore del Lecco e allenatore nel settore giovanile bluceleste. «È una tappa nel mezzo di un cammino di sviluppo e di formazione per gli atleti azzurri del futuro. Farne parte è sicuramente motivo di orgoglio e soddisfazione. Mi auguro che Samuele possa entrare nell’elenco di coloro che andranno a disputare due camp training insieme ai pari età transalpini».

Che tipo di giocatore è Samuele Locatelli? «Sono sicuro che abbia un ampio margine di crescita. Affronta per il primo anno questo tipo di esperienza e già è cresciuto molto a livello fisico. Allenarsi due volte al giorno per cinque giorni a settimana è fondamentale, così come confrontarsi con ragazzi preparati e ambiziosi. L’ho visto giocare ultimamente e inizia a sviluppare concetti rugbistici di alto livello. Da fratello posso anche dire che, staccandosi da casa e dovendo badare a se stesso, l’ho visto molto maturato. E la cosa mi fa particolarmente piacere. Così come confrontarmi con lui in allenamento congiunto una volta a settimana. È una cosa molto piacevole». La dinastia Locatelli continua. Del resto, buon sangue non mente.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Rugby