Seguici

Calcio Lecco 1912

Rudi: “Ci siamo anche noi!”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Un freddo pungente accoglie, al Centro Sportivo “Rio Torto”  di Valmadrera,  i giocatori della Calcio Lecco alla ripresa degli allenamenti dopo la buona prestazione di domenica contro il Pontisola. Partita che ha messo il luce un Lecco guardingo, ma fino ad un certo punto, che ha tenuto palla per quasi tutta la partita, costringendo ad un certo punto i bergamaschi ad arretrare il baricentro ed a mettere un difensore in più passando ad un più coperto 4-4-2.

Per parlare di questo e della prossima sfida con il Darfo Boario si presenta Rudi uno dei due centrali che in coppia con Uggè sono uno dei punti di forza e sicurezza dei blucelesti.

Clicca per vedere le immagini dell’intervista

Rudi rispetto alle precedenti prestazioni sulle palle inattive avete migliorato molto “Sì diciamo che fino a prima della Caronnese abbiamo preso tanti gol su palla inattiva, lasciando spazi sulle marcature. Stiamo lavorando su questo aspetto, limando tutti i particolari. Dobbiamo continuare con la stessa attenzione messa in queste ultime due gare”.

Adesso  vi aspettano tre partite più abbordabili sulla carta: “In questi casi dobbiamo dimostrare di essere meglio di loro, a prescindere dal fatto di giocare in casa o fuori, anche perché in trasferta abbiamo il nostro pubblico che ci segue. Dobbiamo cercare di fare la nostra partita come contro il Pontisola, anche se li non abbiamo creato molto. D’altra parte il Pontisola ha dimostrato di essere sveglio in difesa non concedendoci nulla. Abbiamo avuto un paio di imbucate che non abbiamo sfruttato, una in particolare nel  primo tempo con Chessa che se l’avesse data meglio avremmo potuto far gol”.

Domenica contro il Pontisola avete spinto voi o sono arretrati loro?  “I cambi effettuati dal loro Mister inserendo un difensore  dicono che è stato costretto a farli anche per la nostra pressione. Se noi ci fossimo accontentati di questo non avremmo rischiato nulla, ci saremmo chiusi senza dar loro quello due occasioni nel secondo tempo. E’ chiaro che in partite del genere sono degli episodi a fare la differenza e loro hanno trovato quel pizzico di coraggio in più dopo che hanno trovato quelle occasioni da gol. Chiaramente se loro negli ultimi 15 minuti fossero usciti di più scoprendosi magari avremmo potuto far gol, ma si tratta sempre di ragionamenti dei se e dei ma”.

Ora in difesa avrete trovato l’assetto?  “L’assetto giusto che abbiamo trovato è anche merito della squadra. In qualche periodo di troppo della partita possiamo anche aver concesso loro qualche occasione. Ora con giocatori come Mignanelli e Maggioni in queste condizioni non possiamo che far bene. Io aspettavo di affrontare Caronnese e Pontisola per capire cosa potevamo fare. Ora le idee e le convinzioni sono più chiare e sappiamo che possiamo farcela anche se secondo me il Voghera ha scoperto il suo vero valore”.

In questi giorni si parla tanto di mercato, come state vivendo questo momento?  “Tutte le squadre si stanno apprestando a cambiare e non vedo il perché il Lecco non lo possa fare. Se ci possono essere dei giocatori che ci possano dare una mano ben vengano. Qui siamo in una piazza dove farebbe più notizia se non ci fossero queste voci. Non è facile dire anche che in caso di nuovi arrivi decidere chi sta fuori.  Siamo pronti a ricevere chiunque perché i ruoli da titolare vanno meritati”.

Poi è il turno di uno dei protagonisti del centrocampo di questo Lecco. Mauri ormai il vostro centrocampo è cresciuto forse il miglior reparto?  “Siamo una buonissima squadra completa in tutti i reparti, e io mi sto trovando molto bene a centrocampo con Di Ceglie che si sta dimostrando un buon acquisto, senza dimenticare Romeo, possiamo solo che migliorare”

A Pontisola siete mancati solo un po’ in fase offensiva  “Domenica contro il Pontisola è mancato solo il gol. Abbiamo fatto una bella partita contro una buona squadra, con una ottima prestazione fuori casa che ci mancava da un po’ di tempo. Potevamo vincerla perché i mezzi per farlo li abbiamo”.

Ora viene il difficile vincere contro tre squadre reputate più deboli:  “Il problema è che quando incontrano il Lecco si trasformano e fanno diventare difficili tutte le partite. Contro questo tipo di squadre ci vuole sempre una grande concentrazione perché giocando contro il Lecco vogliono fare bella figura”.

Dopo Mezzocorona non avete più tentato le conclusioni da fuori:  “Be il tiro di Chessa, che la loro difesa ha deviato, era indirizzato in porta e li poteva esser gol. Vuol dire che ce li teniamo per domenica. Non dimentichiamo che il campo verso la tribuna era veramente pesante. “

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912