Seguici

Calcio Lecco 1912

Interviste a Di Ceglie e Gritti

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Quella contro il St. Georgen poteva essere la partita per rilanciare il Lecco nella seconda parte della stagione verso la rincorsa delle primissime posizioni della classifica ed invece si è rilevata più difficoltosa del previsto.

La squadra altoatesina si è dimostrata, per lo meno contro il Lecco, ostica, solida in difesa, ma soprattutto concreta che ha basato tutti i suoi 90 minuti sulla volontà di portare a casa un pareggio e pareggio è stato.

Ad aiutare i padroni di casa però ci si è messo anche il Lecco del primo tempo. Molle in campo, soprattutto a centrocampo, con Di Ceglie e Rota sotto tono incapaci di dare la svolta alla partita, con parecchi errori di impostazioni e più volte saltati dagli avversari con lanci lunghi. L’unico, là davanti, a dare un pò di preoccupazioni al St. Georgen è stato Aldegani, il migliore della partita. Purtroppo con questo pareggio la zona play off si èallontanata ancor più infatti la prima posizione utile è a 7 punti, occupata dall’Olginatese e Caronnese entrambe a 38 punti.

Il Lecco quindi è tornato al lavoro per preparare i prossimi, decisivi match in chiave promozione.
Lo farà ben sapendo di non potendo sbagliare contro formazioni di elevata caratura come Voghera e Pergolettese, forse le più accreditate alla vittoria finale del campionato ora, così come lo erano state ai nastri di partenza il 2 settembre.

I Blucelesti dalla loro avranno, in primis, la forza del “Rigamonti-Ceppi”, che tante teste ha fatto cadere finora, e la convinzione di non aver nulla da perdere, visto che, nella posizione attuale, la squadra di Roncari non sarebbe nemmeno qualificata ai playoff, obiettivo attuale e reale in casa Lecco.

Di questo ne sono fermamente convinti anche Leo Di Ceglie e Andrea Gritti, che oggi si sono presentati ai nostri microfoni prima dell’allenamento svoltosi, come di consueto, al C.S. “Rio Torto” alle ore 14.30.

Andiamo a sentire le loro parole attraverso il filmato realizzato da Matteo Bonacina.

Clicca per vedere le immagini dell’intervista

Di Ceglie il Lecco ha bel centrocampo e di qualità, come mai avete fatto così fatica a St. Georgen? “Adesso le squadre ci conoscono anch’io nel primo tempo facevo fatica a prendere palla. Magari dovremmo cambiare qual cosina, magari abbassando un po’ la linea di metà campo. Poi nel secondo tempo loro si sono arretrati un po’ e noi di contro siamo riusciti a risalire un po’. Poi ci si è messo anche il loro gol e tutto si è complicato”.

Poi è il turno di Gritti, bergamasco doc che domenica ha fatto il esordio: ”Sono abbastanza contento della mia prestazione di domenica, anche se speravo di esordire con una vittoria, ci rifaremo”.

Domenica cosa non ha funzionato ? “Nel primo tempo facevamo fatica ad imporre il nostro gioco. Poi abbiamo trovato gli spazi chiusi e faticavamo ad arrivare davanti alla loro porta. Nel secondo tempo siamo stati bravi ad guadagnarci il campo ed abbiamo cambiato partita.

Ora avrete un trittico di partite cosiddette difficili: “Giocare contro squadre che sono davanti a noi ci dà nuovi stimoli. Noi dobbiamo badare al sodo e cercare di portare a casa più punti possibili. Sono abituato a vedere le cose positivamente e ripercorrendo il secondo tempo di St. Georgen, con lo scossone che abbiamo dato alla partita, penso che saremo in grado di affrontare queste tre partite in modo egregio”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912