Seguici

Calcio Lecco 1912

Perch� solo noi?

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

La risposta probabilmente sta in questo articolo di settimana scorsa, anche se ora andremo a trattare di un argomento totalmente differente.

Quante volte, infatti, ci siamo visti affibbiare pesanti, se non pesantissime, multe per fatti mai commessi (come la porta rottasi da sola a Trento, ma costata una parte dei 1.000 euro di multa comminati alla Calcio Lecco) o spopostitate (come il turno di squalifica dopo gli insulti al guardialinee durante Montichiari-Lecco)?
Tante, anzi troppe.

In questi giorni di vacanze pasquali, però, viene abbastanza naturale parlare di qualcosa di diverso dal calcio giocato.
Ed è così che, andando a spulciare i comunicati rilasciati dal Giudice Sportivo di Lega Pro, dove le multe dovrebbero essere più pesanti, si trovano profonde diversità tra i metri di giudizio usati nei confronti delle altre società professionistiche e il Lecco.

L’Avellino, esempio più eclatante e capolista della ex-C1, si è vista comminare una multa di 3.500,00 euro per aver introdotto dei fumogeni nel proprio settore, ma, anche e soprattutto, ha reso la terna arbitrale e i giocatori ospiti bersagli per le proprie bottigliette.
Una bella differenza di giudizio rispetto ai fatti di Montichiari.

In Seconda Divisione, il Mantova ha dovuto versare 2.500,00€ perchè “persona non identificata, ma riconducibile alla società, entrava indebitamente sul terreno di gioco assumendo comportamento offensivo verso un calciatore della squadra avversaria e successivamente verso un addetto federale.”, motivazione per cui solitamente si rischia la squalifica del campo.
La stessa Unione Venezia, sempre in Seconda Divisione, ha ricevuto una multa di 1.500,00 per degli insulti rivolti da un proprio tifoso durante il minuto di silenzio osservato per ricordare la scomparsa del grande Pietro Mennea.

A Lecco? Apriti cielo! 
Questi sono solo i casi più eclatanti, ma una ricerca più accurata permette di notare pesanti diversità di fronte al Giudice Sportivo in confronto a qualsiasi squadra di qualsiasi campionato.

La soluzione? Noi abbiamo già provato a suggerirla la scorsa settimana, speriamo solo che dietro a questo silenzio ci sia sotto qualcosa di pesante.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912