Seguici

Calcio Lecco 1912

Lecco Vs Darfo BoarioLe videointerviste dopo partita

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Mister Ratti su due partite una vittoria ed una persa, oggi meglio: “Quella di oggi è la mia seconda panchina e questa volta mi è andata bene. Come avevo già detto settimana scorsa questa è una squadra viva e ne ero convinto e oggi lo abbiamo dimostrato, sia in settimana lavorando molto che in questa partita. Diciamo che la condizio sine qua non era la vittoria e questo è stato. L’obiettivo era rincorrere e lo faremo fino alla fine. Abbiamo commesso qualche disattenzione che ci poteva anche condizionare, però la squadra ha sempre giocato fino alla fine, era forse più un’ansia di vittoria, ma in campo non abbiamo sbagliato. Sulle punizioni e le palle vaganti siamo stati sempre noi i primi ad arrivarci.

Come mai l’inserimento di Nicola Rota “Semplicemente abbiamo fatto il cambio con Nicola Rota perchè Castagna nel primo tempo si è sacrificato tantissimo e quindi abbiamo chiesto di fare il lavoro del ‘Toro’, è riuscito anche ad andare in profondità e prendersi l’espulsione del loro portiere. Per quello che gli avevamo chiesto Rota ha fatto una gran partita”.

Castagna che partita ha fatto? “Le punte lo sappiamo tutti che hanno bisogno di freschezza e quindi per Castagna al quale abbiamo chiesto sacrificarsi ed è chiaro che non duri 90 minuti. Anche per Martin si può dire la stessa cosa, gli abbiamo chiesto di fare il quarto di metà campo”.

Sul gol di Berta avete qualche responsabilità? “noi facciamo un tipo particolare di marcature e in quel caso dovevamo salire tutti, invece ci siamo un pò persi e Berta ne ha approfittato”.

Si aspettava la sconfitta della Castellana? “Il Voghera è una signora squadra, si dovrebbe vedere la partita, anche se da questo risultato spero che la Castellana subisca moralmente il contraccolpo”.

Clicca per vedere le immagini delle interviste

Poi è il turno di Capitan Rota che oggi festeggia la sua centesima partita in bluceleste. Rota tanti auguri per un traguardo importante: “Grazie ci tenevo molto, festeggiare con una sconfitta non era proprio il caso e da quello che so i risultati degli altri campi ci dicono che possiamo ancora sperare. Oggi è stato importante per dimostrare che ci teniamo a questa maglia al di là dei titoli che qualcuno in settimana ha scritto (n.d.r. l’articolo di venerdì di Leccochannel) e lo abbiamo dimostrato. In altre occasioni quando prendevamo il pareggio ci lasciavamo andare vedi domenica scorso contro la Castellana”.

Sarao vittoria sofferta, ma meritata: “E’ stata una partita difficile, molto sofferta. Adesso basta pali. Con Castagna va benissimo, ci cambiamo i ruoli e la dimostrazione è che oggi è uscito lui ed io ho fatto gol. Appunto sul mio secondo gol è stato un gesto istintivo, mentre sul primo ho cercato il cross e grazie alla deviazione del difensore ho fatto gol. Ci vuole anche un pò di fortuna”

Castagna come giudica la sua prestazione? “Oggi ho corso e basta, non ho toccato nemmeno un pallone. Da qua alla fine ce la giochiamo ancora tutta, nella speranza che gli altri sbaglino il risultato. Da qui in avanti conta solo vincere in qualsiasi modo, anche con poca qualità e giocando a testa bassa”.

“Peccato – ci spiega Mister Melosi – per una partita così, abbiamo regalato molto, non possiamo concedere un contropiede così al Lecco. Purtroppo nelle ultime nove partite abbiamo peccato di ingenuità in troppo occasioni. E’ un peccato perchè la squadra sta giocando anche bene, ma raccogliamo poco. Per quanto riguarda il Lecco non amo parlare delle altre squadre gli auguro di arrivare ai play off. Lecco è una piazza importante che vuole andare avanti e con la carenza di risultati è chiaro che un pò di pubblico lo perdi. Da come era partito a settembre c’è da fare i complimenti alla Società, ai giocatori e a tutto l’ambiente. Per quanto riguarda il diverbio tra Frigerio e Maffi, il secondo ha sbagliato se ha fatto il gesto e questo lo vedrò, ma anche Frigerio poteva starsene in porta e farsi gli affari suoi. AI miei giocatori avevo detto di prepararsi all’ambiente del Lecco, una piazza calda e qualche giocatore l’ha sofferto, soprattutto a livello mentale”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912