Seguici

Calcio Lecco 1912

Lecco: sabato amichevole con il Novara, anzi meglio di no

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Oggi al Rigamonti Ceppi penultimo allenamento del Lecco, poi giovedì quello di chiusura e finale con cena conviviale e molto probabilmente il "rompete le righe". Tuttavia c'è un però e cioè l'amichevole con la Primavera del Novara in programma sabato prossimo, della quale però in pochi ne sapevano l'esistenza.

Ma poi sorpresa delle sorprese, mentre sto scrivendo queste righe ecco arrivare lo scarno comunicato della Società che l'amichevole con il Novara viene annullata. Quindi un'amichevole durata lo spazio di due ore. Lo stesso volantino che promuoveva la partita non ha fatto in tempo ad essere affisso all'entrata della segreteria che puntualmente è stato rimosso.

Motivi? Non è dato a sapersi, forse nessuno sapeva che dopo la cena di giovedì tutti si aspettavano il via libera, la prevista scarsa affluenza del pubblico, l'amichevole con la Primavera dell'Atalanta docet, il fatto che probabilmente lo stesso Mister non ne sapeva di nulla. Insomma un pò di caos che ha fatto prendere la decisione di non disputare l'amichevole.

Ecco quindi presentarsi come al solito tra i primi Castagna. Bomber finita la stagione, fino a quando vi allenerete? "Fino a giovedì che sarà l'ultimo allenamento. Poi saremo tutti disoccupati, aspettando una chiamato di chi ci vuole, di chi ci vorrebbe tenere, insomma un progetto per il futuro. Spero di non dover aspettare fino a fine agosto come nel 2012".

La Calcio Lecco l'ha contatta, le ha proposto qualcosa sul suo futuro? "No nessuno mi ha parlato, nessuno mi ha contattato, per il momento mi sto allenando con gli altri, e penso che nessuno di noi abbia ricevuto informazioni e delucidazioni sul nostro futuro".

Ha un procuratore, gli ha dato mandato per sondare il mercato? "Per il momento no, sono a casa nessuno mi chiamato. Ho un procuratore, ma per il momento gli ho detto di star fermo. Sicuramente se il Lecco volesse fare un campionato di Serie D sarebbe meglio, però a patto che si attrezzi, a meno che ci sia qualche miracolo nel ripescaggio per la C. Ma anche sotto questo aspetto sarà molto dura, per sperare nel ripescaggio bisognava finire i play off".

Poi è il turno del tanto chiaccherato Mignanelli. E' vero che oggi firmerà per la Pro Patria? "Sono solo voci, ripeto sono solo voci. Per quanto mi riguarda non ho un vero e proprio procuratore, ho semplicemente una persona che mi segue che non mi ha detto nulla in merito. I fatti sono questi, la Pro Patria ha chiamato in sede del Lecco chiedendo di me, mi hanno avvertito ed in settimana sono andato a Busto a parlare. Mi hanno esposto il loro progetto, ma voglio aspettare cosa mi dicono a Lecco. Per questa cosa ho ricevuto degli insulti anche da gente di Lecco. Per il momento aspetto un colloquio con il Lecco per vedere se fare un altro anno, per fare una Serie D con un progetto serio. Verso il 20 di giugno vorrei avere le idee chiare".

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912