Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco Vs Darfo Boario
Le interviste dopo partita

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Si pensava che non fosse limite al peggio ed invece oggi siamo stati  smentiti perchè il Lecco ha sciorianto una pessima prestazione che si è conclusa con la meritata vittoria del Darfo, avessi detto il Real Madrid, per 3 a 1.

Senza un briciolo di gioco, ma questo sarebbe state il minimo il fatto che è che non si è visto nemmeno il più classico della palla lunga e pedalare.

La partita è cambiata con l’espulsione di Guodabia? “Non so cosa sia successo, forse era innervosito per la prima ammonizione. Un episodio determinante per l’andamento della partita. Poi siamo riusciti a pareggiare e invece loro hanno trovato quel pareggio su un tiro che ci ha sorpreso”.

Ha privilegiato Gritti in mezzo però ha comportato De Toni in porta l’ha pagata? “Secondo me non ha visto arrivare la palla. Per il momento non vedo ancora Martinelli lì in mezzo, poi Romeo, Bergamini e Cardinio non sono ancora disponibili”.

Preoccupa che ha vinto una squadra ultima in classifica: “Secondo me il rigore è stato determinante, perchè noi prima avevamo avuto qualche occasione”.

In ogni caso non è stata una gran bella partita da parte del Lecco: “Non concordo, secondo me sono stati gli episodi a determinare il risultato. Sottolineo poi che non è il Castagna dello scorso anno, lo dobbiamo recuperare. Il problema è che la squadra è questa, ci dobbiamo lavorare, è una buona rosa, bisogna vedere cosa fare”.

Mister le ha detto qualcosa Capogna nell’intervallo sulla sua protesta nei confronti del pubblico dopo il suo gol? “Non lo sapevo, non me ne sono accorto, lo so adesso. Io la volevo vincere, perchè se non toglievo una punta ed infatti giocato con il 4-3-3”. 

Clicca per vedere le interviste

“Le partite – sottolinea poi Tignonsini – si perdono, soprattutto in questo campionato in cui si deve battagliare con tutti. Ci abbiamo provato ed abbiamo fatto un pò di conclusione, sbagliato un pò troppo sotto porta ed alla minima prima occasione loro abbiamo pagato dazio. Sono pochi giorni che stiamo lavorando ed era chiaro che in soli 10 giorni si potesse cambiare tutto. Lavoriamo tanto, purtroppo non ci stava questa batosta. Noi siamo una squadra ed ognuno deve dare il suo contributo, il ’95 per il suo verso, il giocatore di esperienza per un altro”.

Forse non ci avete messo quella grinta che serve in questa occasione? “Per noi non era facile, in quanto dovevamo vincere, mentre a loro bastava anche un pareggio. Questa squadra di rabbia agonistica, do voglia e intensità, anche se questo sembra al di fuori. Però posso garantire che la squadra ha cercato in tutti i modi di dare il meglio. Questa squadra manca ancora di equilibrio è normale che l’esuberanza di qualche giocatore venga un pò meno, ribadisco stiamo lavorando tanto, ci vuole pazienza per trovare l’equilibrio, non abbiamo la bacchetta magica. Oggi è andato storto tutto, per fare un gol ci sono volute 15 occasioni, una punizione loro con una traiettoria incredibile, sembrava di correre ad ostacoli. Le critiche da parte dei tifosi ci stanno, ci danno stimoli perchè questa è una piazza importante ed esigente”.

Il rigore non sembrava così netto? “Beh lui si è avvitato è caduto ormai con la mia esperienza ne ho viste tante e questa fa parte del gioco”.

Poi è il turno di un Castagna rabbuiato: “E’ una sconfitta che fa male, e’ tutta la settimana che stiamo preparando questa partita e purtroppo è andata così. I valori erano nettamente diversi però alla fine hanno vinto loro. Con questo modulo mi sto adattando e poi dove mi mettono io gioco per la squadra. Dobbiamo tirarci fuori da questa situazione, non sono zone da Lecco, ma adesso che ci siamo ci dobbiamo tirar fuori. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità e colpe, è un problema globale”.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912