Seguici

Calcio Lecco 1912

Bertani-Turati: primo no della Lega. Bizzozero: “Io non mollo”

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

“Non ci sono gli elementi per veder accettate le richieste di grazia presentate”.
Con questa, a dir poco, sintetica missiva la FIGC ha dato la sua risposta a Cristian BertaniMarco Turati, alla dirigenza e a tutti i tifosi della Calcio Lecco 1912 dopo mesi di snervante attesa, sull’onda del nuovo filone dell’inchiesta sulla vicenda calcioscommesse tornata alla ribalta negli ultimi tempi.

Nonostante il parere espresso dalla Federazione, non ha intenzione di mollare il colpo Daniele Bizzozero, patron della società bluceleste: “Sono tutt’ora convinto che vi siano tutti gli elementi per veder accettata la nostra richiesta, soprattutto per la posizione di Crisitan Bertani. Dai controlli effettuati dalla Procura di Cremona sui pc dei due, infatti, non è emerso nessun elemento che possa legarli alle combine. Il fascicolo del Tribunale è in mano all’avvocato Bruzzone, che disporrà una nuova memoria difensiva da inoltrare a Roma per integrare la domanda sottoposta in precedenza.”

Come già ribadito in precedenza, il patron ha idee ben precise su quale dei due potrebbe essere graziato: “Bertani in sede d’interrogatorio ha completamente smentito le accuse a suo carico, “ottenendo” in cambio il massimo della pena (4 anni, ndr), mentre Turati ha beneficiato del patteggiamento (3 anni). Ho piena fiducia nell’innocenza di Cristian e sono convinto che, alla fine di questo tortuoso percorso, i fatti ci daranno ragione. Con questi nuovi elementi, inoltre, potremmo procedere anche con la revisione del processo, ma questo allungherebbe di molto i tempi”.

Idee chiare e speranze ancora al loro posto per Bizzozero, quindi, che non ha ancora messo da parte il sogno di vedere la maglia bluceleste addosso ai due giocatori.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912