Seguici

Calcio a 5

Il Lecco C5 chiude una stagione dai due volti ma positiva

Lecco C5 Milano
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Nonostante la sconfitta all’ultima giornata con la Libertas Astense, il Lecco Calcio a 5 ha chiuso una stagione sportiva molto positiva per la prima squadra.

Anche senza considerare le soddisfazioni giunte dal debutto vincente della formazione femminile, o dall’Under 21 a un passo dagli ottavi di finale dei play-off, la società bluceleste può dire di aver vissuto la sua annata migliore. La squadra allenata da Gil Marques ha infatti concluso il campionato di serie A2, il terzo consecutivo, al sesto posto della classifica; non era mai accaduto ed è merito di un gruppo affiatato, composto da veterani come Mirko Antonietti e Marlon Urio, quest’ultimo al passo da addio, e giovani di grande talento.

Il Lecco ha raccolto 34 punti in 24 partite, con 10 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte; 92 reti all’attivo (settimo miglior attacco) e 95 subite (sesta miglior difesa). Il campionato ha dimostrato ancora un certo gap da squadra come Orte, Montesilvano, Pesarofano, Came Dosson e Cagliari, ma le ambizioni di inizio stagione riguardavano semmai l’accesso alla Final eight di Coppa Italia, sfuggito solo a causa di un complicato avvio.

Con il passare delle settimane, il capitano Mirko Antonietti e compagni hanno trovato il giusto amalgama e la fiducia nei propri mezzi, risalendo la classifica. «Un’annata molto positiva per noi – commenta Antonietti – Il sesto posto rappresenta il top  storico per il Lecco. Purtroppo ci siamo trovati a giocare due stagioni in una: dall’estate a novembre con una squadra, e poi con un’altra dopo le cessioni di Jefferson, Vinicius e Belloni e l’arrivo di Dudù Costa e Adami».

Il cambio voluto dalla società ha impresso un nuovo ritmo al Lecco, capace di viaggiare nel ritorno con una media da quarto posto. «Bastavano un paio di risultati diversi e avremmo raggiunto i play-off – si rammarica Antonietti – Purtroppo stravolgere l’organico ogni anno non ci aiuta. Io ho ancora un anno di contratto e spero che in estate non ci sia un’altra rivoluzione. Dipenderà dalla risorse a disposizione. I nostri giovani, in particolare Castagna e Seggio, sono cresciuti e sono ormai pronti per la A2. Con la base attuale potremmo disputare un campionato di vertice». Nel frattempo è arrivato il “rompete le righe”: lunedì cena in pizzeria e poi sarà tempo di vacanze.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio a 5