Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco finale di stagione: “La colpa è sua, no è tua, anzi di quell’altro”

Beccalossi Bizzozero
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 6 minuti

Il Lecco chiude il campionato con un pareggio contro il Ciserano dopo che era andato sotto a metà del primo tempo. I Blucelesti sono stati poi bravi a non demoralizzarsi a tener botta ed a recuperare portando a casa il pareggio che gli permette di conquistare il secondo posto in solitaria, vista anche la contemporaneo sconfitta del Seregno.

Nel post partita in sala stampa è stato un susseguirsi di dichiarazioni dal tono un pò  dello “scaricabarile”, con patron Bizzozero che dichiara di aver già tagliato Vassena e Venantini, gran parte della difesa e dubbi su Mister Cotroneo. Dall’altra Mister Cotroneo che risponde che qualche responsabilità ce l’ha anche il patron che ha insistito con le chimere di Bertani e Turati e non è vero che le colpe sono proprio tutte dei preparatori atletici e dei portieri.

“Quando siamo arrivati ad inizio campionato – esordisce il presidente Evaristo Beccalossi – siamo partiti con grande entusiasmo e devo ringraziare Bizzozero che mi ha dato l’opportunità di diventare presidente del Lecco. Cammin facendo devo ringraziare la stampa che ci ha sempre supportato ed accettato, così come la città ed i tifosi e questo nonostante ci avevano detto che questa era una piazza particolare. Dopo alcuni mesi di lavoro ricevere molte telefonate di persone che vogliono venire a Lecco mi riempie di orgoglio. Ma non finisce qui perché devo ringraziare Giovanni Gandin, Gigi Cappelletti, Ivan Corti, Tato Bonacina. C’è un po’ di rammarico per non essere riusciti a raggiungere il primo posto, anche se arrivare secondi è un grande risultato. Qui ci sono delle persone che sono profondamente convinte di portare il Lecco tra i professionisti,perché questa è una piazza che merita la LegaPro”.

“Chi ha giocato in un certo modo – sottolinea poi Beccalossi – non lo vorrò più vedere, quest’anno abbiamo messo le basi, l’anno prossimo faremo sicuramente meglio”.

“Il bilancio di questo primo anno – interviene Bizzozero – mi rende molto soddisfatto, anche se non aver raggiunto il primo posto mi lascia un po’ di rammarico. Ci saranno dei cambiamenti, alcuni segnali verranno già dati in settimana il tutto per migliorare sempre. A Lecco non mi conoscevano e mi ha fatto molto piacere di essere stato accettato molto bene. Già da domani inizierò la campagna acquisti e la farò con la mia testa, perché voglio costruire una squadra che diverta e faccia divertire. Punto di partenza sarà la difesa perché aver subito 42 gol in questa stagione sono troppi, quindi almeno tre difensori forti”.

Poi Bizzozero fa il punto sul campionato ed il futuro del Lecco: “Non sono soddisfatto di come è stata preparata atleticamente la squadra, voglio gente più professionale. Mi ripeto con l’arrivo di Joelson, Turati da settembre, l’o.k. di due giocatori in difesa fortissimi. Detto questo mi assumo tutte le responsabilità perché io quattrini li tiro fuori io e sarò io a decidere. Ho riportato l’entusiasmo a Lecco, ho pagato debiti pregressi di altri, perché ha Lecco c’è passata gente che ha sfruttato questa piazza per mettersi in vetrina senza tirar fuori un quattrino. Voglio portare nuovo entusiasmo, nuova forza indipendentemente da quale campionato faremo, perché anche un’eventuale Serie D l’anno prossimo sarà difficile visto che avremo a che fare con l’Albinoleffe”.

“Dopo la partita di Sesto –sottolinea in maniera molto alterata – mi sono arrabbiato molto, perché lì qualcosa non ha funzionato. Vicino a me voglio degli amici, non dei carbonari che remano contro di me. Quindi ripeto via il preparatore atletico, quello dei portieri. Per quanto riguarda l’allenatore vedremo, ne parleremo nei prossimi giorni. Detto questo faremo questi play off che non servono a nulla poi vedremo”.

A quel punto Bizzozero si scalda ricordando di alcuni persone che sono state al Lecco prima del suo arrivo: “Bisogna che a Lecco capiscano che alla Calcio Lecco ci sono stati dei personaggi che hanno fatto del male al Lecco, Lele Ratti, Giuseppe Butti e l’ex senatore Antonio Rusconi che in un anno non si è mai degnato di farsi vedere una volta al Lecco, detto francamente con lui sono molto adirato anzi mi ha…………”.

Infine la parola passa a Mister Cotroneo: “L’unica cosa concreta di questo campionato è che chi è arrivato primo ha meritato di vincere soprattutto perché il Castiglione ha fatto nove punti più di noi. Per quanto riguarda le questioni tecniche e le critiche che ho subito dico che è sbagliato dire che Rigamonti deve giocare in mezzo perché è lui stesso che mi ha chiesto di giocare a sinistra. Chi scrive, prima di tutto, si deve informare su come, quando e perché ci alleniamo, bisogna sapere chi è o non è infortunato come nel caso di D’Onofrio, perché altrimenti si scrivono castronerie”.

“In una città come Lecco – sottolinea ancora il Mister- arrivare secondi non conta nulla, a maggior ragione in SerieD che non dà diritto a nulla. Voglio solo ricordare che ad inizio di campionato il piano era di fare meglio dello scorso anno, certo è che la promessa di avere Turati e Bertani non l’ho fatta io. Ma qualcuno di voi la legge la Gazzetta dello Sport dove il nome di Bertani compare un giorno sì e un giorno no e sappiamo tutti a che titolo. Io non li ho mai nominati perché non era giusto, li ho anche fatti allenare perchè mi è stato chiesto, anche se per me non era giusto. Sono convinto che Bizzozero ha fatto di più del possibile per averli, ma il dato di fatto è che non sono arrivati. E’ inutile poi dare le colpe a Vassena, Venantini quando la responsabilità è di tutti, anche se non so perché il mio nome è stato fato come responsabile. Nel calcio le colpe ed i panni sporchi vanno lavati in famiglia, all’esterno dobbiamo essere tutti compatti. Quello che mi rode di più è che avevamo la possibilità di lottare per il primo posto, ma non ci siamo mai riusciti. Abbiamo fatto un buon campionato e c’era la possibilità di fare il miracolo, ora ci saranno i play off e li voglio vincere anche se dovremo fare i conti con gli altri”.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/DB_VIDEO/VIDEO_CALCIO/2014_2015/gara_36_interviste.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912