Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Gizzarelli e l’addio: “Troppe interferenze e troppa fretta di vincere”

Erminio Gizzarelli, ex direttore sportivo del Lecco
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura < 1 minuto

“A Lecco non ho potuto lavorare come avrei voluto, per questo me ne sono andato”, firmato Erminio Gizzarelli.

L’ex direttore sportivo bluceleste, dimessosi martedì mattina dopo al termine di quello che si può considerare un lungo addio, ha deciso di spiegare le ragioni che l’hanno portato a non proseguire il suo lavoro con la società di via Don Pozzi. Pur senza attaccare in maniera diretta, così com’è sempre stato il suo stile, Gizzarelli fa ben capire quali sono i motivi della separazione attraverso un’intervista rilasciata al quotidiano “La Provincia di Lecco”: “Sono arrivato con tante motivazioni e in punta di piedi, ho sempre e solo voluto lavorare sul campo, lasciando le chiacchiere agli altri.”

“Il progetto (biennale) lo avevo in testa, ma non ho potuto lavorare come avrei voluto, con mille interferenze alle spalle. Per questo, alla lunga, ho deciso di lasciare. Il budget? Era ampio, ma non era di certo illimitato, altre squadre hanno speso ben più di noi. Spero che la squadra ottenga il massimo, è un gruppo eccezionale, il mio unico rammarico è quello di non aver potuto dimostrare come so lavorare”, ha raccontato l’ex direttore sportivo Gizzarelli nella lunga intervista rilasciata a Marcello Villani.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

Diario 1912 - Il nostro podcast

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio