Seguici

Basket

Basket Lecco-Pall. Crema, va in scena il festival della tripla

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Rosanero e blucelesti sono rispettivamente la seconda e la terza miglior squadra per efficacia al tiro da tre. L’analisi dei migliori realizzatori

Sarà il festival del tiro da tre. La sfida di domenica alle ore 18 tra Basket Lecco e Pall. Crema, importantissima per la classifica di entrambe, potrebbe avere una chiave tattica piuttosto chiara: blucelesti e rosanero sono infatti tra le migliori squadre al tiro da fuori del girone B di Serie B. Gli uomini di coach Paolo Lepore tirano con il 36% in stagione, i giocatori di Antonio Paternoster con il 35% (insieme a Faenza e Desio). Soltanto Urania Milano, finora, ha fatto meglio con uno strepitoso 42%.

Nel dettaglio, Lecco ha infilato 58 triple su 166 tentativi, Crema 66 su 184. Mentre i cremaschi sono tra le squadre che tentano più tiri da tre nella singola partita, i blucelesti sono soltanto all’11° posto in questa statistica. È tuttavia evidente come questa sia una delle caratteristiche principali della formazione di Paternoster, che in rosa vanta eccellenti tiratori.

Di Prampero “habitué”, Brunetti “cecchino”

Il giocatore del Lecco che ha tirato di più da oltre la linea dell’arco è Federico Di Prampero, 52 volte, con una media di 7.4 a incontro e una realizzazione del 31%. I migliori per efficacia sono Mattia Molteni, 43% (6 su 14), Michael Teghini, 38% (11 su 29) ma soprattutto Luigi Brunetti, 43% (13 su 30). Il pivot bluceleste, in questo momento, è anche terzo nelle graduatorie di merito per rimbalzi difensivi con 6.1 a incontro.

Per Crema il più temibile tiratore da tre è Marco Legnini, 17 centri su 35 tiri (49%), mentre Luca Montanari ne ha infilati 14 su 30 (47%). Ad avere tentato più conclusioni dalla distanza è Mattia Norcino, 51, di cui 18 a segno (35%).

La sfida di domenica al Bione è uno snodo fondamentale in stagione per i blucelesti, a quota quattro punti dopo sette giornate (stessa classifica di Crema). Dopo tre sconfitte consecutive tutte in trasferta, per gli uomini di Paternoster è giunto il momento di riprendere la marcia verso posizioni più tranquille. Fondamentale, come scritto nei giorni scorsi, sarà cercare di mantenere la concentrazione – e le percentuali realizzative – alta sino al suono della sirena, evitando così i cali finali che nelle ultime uscite sono risultati fatali.

Basket Lecco, c’è da guarire la “sindrome dell’ultimo quarto”

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket