Seguici

Calcio

Sala stampa | Gaburro: «Pietra tombale? No, è una delle tante». Le parole di Dragoni e Vai

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Sette giorni che saranno inebriati, di nuovo, dall’aria del big match con il Casale.

Una settimana di dolce attesa che il Lecco si è regalato con la splendida vittoria ottenuta a Bra, senza ombra di dubbio la miglior prestazione lontano dal “Rigamonti-Ceppi”. Una prova estratta dal cilindro con la preda lì, a portata di mano: il Lecco, cacciatore, ha fiutato l’odore di giornata giusta e ha superato un’ostacolo più ostico di quello che diceva la classifica a inizio gara. Nonostante la poca propensione a giocare su terreni stretti e pieni di trappole, la squadra di mister Gaburro ha mostrato i muscoli e ha dato tutto per conquistare tre punti che regalano il +10 in classifica. Un vantaggio parziale perfettamente in linea con un inverno caldissimo dalle parti del Resegone.

«Abbiamo fatto la nostra miglior gara in trasferta – ammette Gaburro a LCN -. Questa vittoria è fondamentale, ma rappresenta uno dei mattoni che stiamo mettendo per costruire il nostro campionato». Per come l’abbiamo conosciuto da giugno in avanti, il suo comportamento è perfettamente coerente con quello mostrato finora: il suo compito sarà quello di tenere alta la tensione in vista dello scontro diretto al “Rigamonti-Ceppi” contro i nerostellati, che fin qui hanno collezionato solo una sconfitta in campionato. Indovinate voi quando e contro quale avversaria.

 A fare la figura dei leoni e a marcare il tabellino sono stati Nicolò Vai e Samuele Dragoni, due elementi prelevati durante il calciomercato invernale e in grado di trovare il primo gol con la maglia bluceleste al momento giusto della loro nuova esperienza professionale.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio