Seguici

Calcio

Calcio, Eccellenza: il NibionnOggiono vince a Caprino e stacca il biglietto per la Serie D

La squadra guidata da Giuseppe Commisso sbanca anche il campo di Caprino e conquista la tanto cercata promozione in Serie D: il Lecchese mantiene almeno una rappresentante in quarta serie

La festa del NibionnOggiono a Caprino (Foto da facebook)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Un traguardo a lungo inseguito, sfuggito per due anni di seguito ai play-off e ora, finalmente, raggiunto: il NibionnOggiono è in Serie D. La squadra guidata da Giuseppe Commisso, vincendo 4-3 sul campo del Caprino, ha infatti ottenuto la matematica promozione in quarta serie a due giornate dal termine del campionato, chiudendo una stagione trionfale, iniziata sotto i migliori auspici e proseguita alla grande. Decisive, sul campo avverso, le tre reti di Mattia Iori, capocannoniere con 21 gol messi a segno, e la quarta di Mattia Bovis: sarebbe bastato un punto a capitan Isella (14 reti in campionato) e compagni, che invece hanno preferito fare le cose in grande, coronando nel miglior modo possibile la lunga cavalcata trionfale.

La cronaca della partita (dal sito ufficiale)

A portarsi in vantaggio per primi sono i bergamaschi che al 21′ spezzano l’equilibrio con Nenadovic. Passa solamente un minuto e Iori ristabilisce subito la parità con un sinistro dal limite. Al 43′ Curia devia un cross di Iori ma il tocco troppo debole permette a Gherardi di bloccare. Ad un passo dall’intevallo il NibionnOggiono mette la freccia, quando Baldan recupera palla per poi servire Delle Fave, il quale innesca Iori che in diagonale sigla il 2-1. In avvio di ripresa il Caprino realizza il gol del pareggio ancora con Nenadovic, in rete con un tiro dal limite all’incrocio.
La reazione della capolista non si fa attendere e al 64′ Curia sfiora il palo con un tiro dal limite e al 70′ è delle Fave ad avere l’occasione dopo un rimpallo favorevole in area calcia piano tra le mani di Gherardi.
La sinfonia di Iori non è ancora finita, perchè al 74′ il numero 10 va a segno con una splendida punizione dal limite.
Al 82′ il destro di Lapadula in area trova pronto Petrisor a bloccare.
A mettere la ciliegina sulla torta ci pensa poi Bovis al 90′: vince un contrasto, salta il difensore e realizza.
In pieno recupero Lapadula accorcia le distanze, ma ormai è troppo tardi per ogni tentativo di rimonta.

Il NibionnOggiono può ora concedersi la meritata festa. Isella e compagni conquistano la Serie D con due giornate d’anticipo rispetto alla fine del campionato e con 66 punti all’attivo, frutto di venti vittorie e sei pareggi a fronte di solamente due sconfitte.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio