Seguici

Basket

Basket Lecco, coach Eliantonio: «I ragazzi bravi a fare gruppo»

Intervista nel dopogara all’allenatore del Basket Lecco, che loda l’atteggiamento e l’attenzione ai particolari mostrata dai suoi giocatori nel successo su Cremona. «Voglio vedere in tutti l’atteggiamento difensivo di Trentin»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il Basket Lecco non è stato bellissimo, ma pratico. Ha inseguito, è stato sul punto di crollare, eppure è riuscito a riportarsi a galla anche con una certa disinvoltura, vincendo poi la volata alla pari con Cremona. A coach Riccardo Eliantonio lo spirito mostrato dalla squadra è decisamente piaciuto.

«Siamo andati sotto di 14 in maniera un po’ fortunosa – spiega Eliantonio – Lì ho pensato di cambiare difesa e metterci “match-up”. Ha pagato: abbiamo fatto un parziale di 14-0 che ci ha rimesso in parità a fine terzo periodo. Nel quarto poteva vincere chiunque, è sempre questione di attenzione. I ragazzi sono stati bravi, devono sopportare le mie urla: sanno però che io gli voglio bene».

Basket Lecco: cronaca e foto del match con Cremona

Si parla anche di qualche singolo, in particolare di uno. «Carlos Casini ha messo alcune bombe fondamentali nel terzo ed è stato bravissimo. Però voglio spendere due parole per un altro: noi dobbiamo avere l’atteggiamento di Carlo Trentin in difesa, perché si butta, si sbatte, fa a botte e non dice una parola. È un esempio da seguire. Mi spiace per Marco Natali che non è entrato: siamo in dodici e tutti possono giocare, magari lui verrà utile da domenica prossima. Avevo chiesto ai ragazzi: facciamo gruppo, che si giochi un minuto o venti».

Brotto: «Loro più attenti di noi»

Amarezza in casa cremonese, per il finale sfavorevole, nelle parole di Pierluigi Brotto. «Avevamo l’inerzia della partita in mano, stavamo difendendo bene creando un solco. Sapevamo che loro sarebbero passati a zona ma ci siamo proprio bloccati, pur prendendo tiri buoni che non sono entrati. Loro sono rimasti attaccati coi liberi, poi con Casini e le triple che li hanno rimessi in ritmo. Noi ci siamo persi. Negli ultimi 15′ le cose sono cambiate e gli episodi non ci hanno premiati, Lecco ha avuto un pizzico di attenzione e cinismo in più di noi che ha permesso loro di evitare i supplementari per un solo tiro libero».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket