Seguici

Calcio

Pagelle | Lecco, la sconfitta è immeritata. Lora, non ci sono né rigore né espulsione. Fiorenzuola: bella prova, Bruschi è super. Rinaldi da 4,5

La prova dei blucelesti è assolutamente positiva, sfavorita da poco killer instinct. Bravi anche i rossoneri. Per l’arbitro un pomeriggio complessivamente negativo

Filippo Lora, espulso BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 6,5: la partita è decisamente buona per la prima mezz’ora, anche se il Fiorenzuola crea grattacapi già prima del gol di Bruschi. Un punto sarebbe il minimo sindacale, il rigore concesso al Fiorenzuola non ci sta.

Pissardo 6,5: una gran parata su Bruschi, un altro bel doppio intervento salvarisultato a metà primo tempo. Nulla può sulla sassata del “10” di casa, quasi compie il miracolo su Tommassini.

Celjak 6: prestazione diligente, solido anche con lo scatenato Bruschi.

Marzorati 6: se il Fiorenzuola non riesce ad andare spesso in profondità, il merito è anche suo.

(dal 9′ st Battistini 6: solido quanto serve).

Enrici 7: la sua è un’ottima prova, condita dal primo gol tra i professionisti con un tocco da rapace d’area.

Masini 6,5: altra prestazione importante, anche sulla fascia destra. Fa il bello e cattivo tempo.

Lora 6,5: una delle migliori prove individuali dell’anno, che lo porta anche a sfiorare il gol. Non c’è il primo giallo, non c’è il secondo, eppure salterà una sfida che, da vicentino, avrebbe sentito molto. Il rigore? Gomiti in pancia, mani a 10 centimetri dalla faccia, movimento naturale del corpo e volume non aumentato: non c’è, checché ne dica Tabbiani.

Kraja 6,5: un po’ rompe e un po’ cuce. Trieste è stata solo un passaggio a vuoto.

(dal 23′ st Giudici 5,5: non è al meglio, ma ha una buona occasione dal limite che spreca).

Zambataro 6: nel primo tempo è irrefrenabile, mentre nella ripresa diventa un po’ più fumoso.

Iocolano 6: molto mobile, prova ad accendere la luce e dopo soli tre minuti pesca Ganz solo in area, ma l’attaccante spreca.

(dal 38′ st Lakti sv).

Petrovic 5,5: parte anche bene, ma con il passare del tempo tende a incartarsi su sè stesso.

(dal 9′ st Mastroianni 6: le palle aree sono tutte sue, ma non ha occasioni sottoporta per incidere).

Ganz 6: dopo tre minuti spreca una grande chance, ma è dal suo piede che parte il pallone buttato dentro da Enrici. Ha l’attenuante di una condizione fisica ancora non perfetta.

(dal 23′ st Tordini 5,5: ormai ha il raddoppio di marcatura costante e fa più fatica a emergere. Una buona palla dal limite, ma il tiro esce masticato).

All. Zironelli 6,5: la partita è preparata bene e il Lecco la domina per la prima mezz’ora. Il punto sarebbe cosa ormai fatta, di sicuro non è colpa dell’allenatore se arriva una chiamata arbitrale avversa. Manca un po’ di killer instinct.

Fiorenzuola voto 6,5: una prova gagliarda, favorita dalla gran prestazione di Bruschi (30 gol in Serie D). Neopromossa che gioca un bel calcio, i tre punti arrivano nel modo “sbagliato”, ma i rossoneri li meritano tanto quanto li avrebbe meritati il Lecco.

Battaiola 6,5; Potop 6, Ferri 6,5, Cavalli 5,5, Guglieri 6 (dal 34′ s.t. Dimarco sv); Currarino 5,5 (dal 40′ s.t. Godano sv), Zaccaria 5,5, Nelli 6 (dal 17′ s.t. Esposito 6); Mamona 6, Oneto 5,5 (dal 1′ s.t. Tommasini 6,5), Bruschi 7,5 (dal 34′ s.t. Palmieri sv). All. Tabbiani 6,5.

Arbitro sig. Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa 4,5: non ha una gestione di gara coerente, tantomeno lo è la gestione dei cartellini. Il rigore assegnato nel finale è la ciliegina su una prova di per sè già negativa.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio