Seguici

Calcio a 5

Lecco pronto all’esordio casalingo, i Saints volano in Sardegna

Il capitano bluceleste Hartingh sull’avversaria Altovicentino: “Sarà una partita difficile ma siamo preparati”. Pagnano sfida il Città di Sestu

Le nuove maglie dei Saints Pagnano per la stagione 2021/22
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Tutto pronto per l’esordio casalingo del Lecco in A2. Sabato pomeriggio fischio di inizio alle ore 15, mister Pablo Parrilla e i suoi ragazzi riceveranno al PalaRogeno l’Altovicentino nella seconda giornata del girone A. L’obiettivo è uno solo, centrare la seconda vittoria dopo l’entusiasmante 6-2 rifilato al debutto ai sardi del Monastir Kosmoto.

«Quella di sabato scorso è stata una partita molto dura, ma siamo riusciti a tenere un buon ritmo di gioco – commenta il capitano bluceleste Ivan Hartingh – Abbiamo avuto un buon approccio fin da subito e questo è stato decisivo per poter poi conquistare la vittoria».

Ora la testa è all’Altovicentino, avversario domani in un PalaRogeno che potrà finalmente riaccogliere i tifosi blucelesti. «Non vediamo l’ora di scendere in campo davanti al nostro pubblico che speriamo di vedere numeroso sugli spalti – prosegue Hartingh – Sarà una partita difficile, ma ci stiamo preparando per affrontarla nel miglior modo possibile e sono sicuro che anche questa volta daremo il tutto per tutto per vincere».

L’Altovicentino è una nuova società nata in estate dalla fusione tra Schio C5, Carrè-Chiuppano e As Valli del Pasubio. L’esordio in campionato non ha sorriso ai vicentini, sconfitti in casa per 4-1 dal Mantova e quindi in cerca dei primi punti stagionali.

Trasferta sarda per i Santi

I Saints Pagnano, dopo la debordante vittoria sull’Atletico Nervesa nella prima giornata, sabato 16 ottobre saranno di scena sul campo del Città di Sestu (ore 18.30), dove indosseranno le nuove maglie 2021/22 già mostrate nella prima in casa e presto disponibili sul sito ufficiale. I sardi sono reduci da un pareggio.

Così il nuovo portiere dei brianzoli, Jorge Cardaba, si è espresso sull’approccio con la nostra Serie A2. «Il futsal italiano è molto simile a quello spagnolo. Nonostante questo, è normale che ci possano essere delle differenze. Secondo me il futsal spagnolo è più elaborato in fase offensiva e difensiva con molti “movimenti prefabbricati” nel gioco reale, motivo per cui ci sono partite molto chiuse, dove predomina l’equilibrio tra le squadre e solitamente non ci sono molti gol da entrambe le parti. Senza dubbio il futsal italiano è caratterizzato da un dinamismo che lo rende particolare. Dal mio punto di vista, credo che siano partite molto attrattive per lo spettatore, poichè son gare con tanti capovolgimenti di fronte e soprattutto di grande intensità, la quale provoca molte transizioni e situazioni di superiorità e inferiorità. Per questo motivo, è più facile trovare partite con molti gol in Italia, rispetto alla Spagna».

Nel frattempo i Saints hanno inserito Francesco Albani nella loro Hall of fame, giocatore che è stato parte integrante di Pagnano dal 2014 fino al giugno scorso. Sui social l’iniziativa celebrativa è stata salutata così: «”Alba” sarà per sempre un “santo”, esempio di come un giocatore deve comportarsi in campo e fuori».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio a 5