Seguici

Basket

Ennesima magia di Matilde Villa: a 16 anni convocata in Nazionale

Il ct Senior Lino Lardo ha deciso di convocarla per il raduno che si terrà a Roma e che vedrà l’Italia affrontare Slovacchia e Lussemburgo per le qualificazioni all’Europeo. La 16enne: «Obiettivo cui aspiravo»

Matilde Villa, giovane talento del Basket Costa Masnaga
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Altro giro, altra magia: il talento di Matilde Villa, playmaker 16enne (compirà i 17 il prossimo 4 dicembre) della Limonta Costa Masnaga, è valso la convocazione in azzurro. Grazie alle prestazioni che la giovane sta inanellando, il coach della Nazionale Italiana Senior Lino Lardo ha deciso di convocarla per il raduno che si terrà dal 7 al 14 novembre a Roma e che vedrà l’Italbasket affrontare giovedì 11 novembre in trasferta la Slovacchia e domenica 14 novembre in casa (precisamente a Faenza) il Lussemburgo, impegni che valgono il biglietto per EuroBasket Women 2023. Tra le file lussemburghesi sarà presente un’altra “pantera”: la tuttofare Lisa Jablonowski, fondamentale nelle dinamiche di squadra sia della Limonta sia della sua Nazionale e reduce da un’ottima prestazione con la divisa masnaghese.

Matilde, visibilmente emozionata, commenta così la notizia: «Appena ho saputo della convocazione sono stata colta di sorpresa. Ovviamente ero molto felice perché era un obiettivo a cui aspiravo. Non nascondo che ho anche un po’ paura, mi dovrò mettere in gioco e confrontare con atlete di alto livello, oltre che essere un’esperienza del tutto nuova».

Molte ragazzine del settore giovanile si ispirano a lei e alle altre giovanissime che giocano già minuti importanti in A1, stimolo per tutto l’ambiente Costa a voler crescere e a volerlo fare costantemente.

«Grazie a Eleonora»

Tra le mini-atlete (sì, perché sono davvero piccole anagraficamente, soprattutto rispetto alle avversarie che affrontano ogni domenica) spicca anche Eleonora Villa, gemella della già citata Matilde e alla quale lei è molto legata: «Per me la presenza di Ele è fondamentale – spiega – mi conosce meglio di chiunque altro. Condividiamo tutto. Lei è speciale, mi sostiene, mi fa da spalla sia in campo sia fuori. Devo ringraziare anche lei per la convocazione, mi dà una spinta in più, il merito della chiamata azzurra è anche suo».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket