Seguici

Calcio

Calcio Lecco, adesso si chiude anche per Gian Marco Nesta. Il pallino è la punta

Trattativa ai dettagli per il ritorno del 21enne esterno dalla Ternana: pochi minuti per lui dopo il rientro dal prestito. Le altre trattative in mano al diesse Fracchiolla

Gian Marco Nesta BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

È servito qualche mese in più del previsto, ma alla fine il Lecco è riuscito a riportare Mattia Capoferri all’ombra del Resegone. Non è finita qui, per quanto riguarda i ritorni di fiamma: da varie settimane c’è ancheGian Marco Nesta nel mirino del diesse Domenico Fracchiolla, intenzionato ad aumentare la batteria di under a disposizione di mister Luciano De Paola. L’esterno destro di proprietà della Ternana ha collezionato25 presenze e 3 assist durante la sua prima annata in bluceleste: titolare fisso a lungo, praticamene per tutto il girone d’andata, durante il girone di ritorno è stato relegato al ruolo di comprimario da mister Gaetano d’Agostino, tormentato da dei problemi alla schiena che ne hanno limitato il rendimento in maniera sostanziale. In estate sembrava tutto fatto per il passaggio alla FeralpiSalò, con tanto di contratto solo da firmare, ma all’ultimo momento la società bresciana ha fatto dietrofront, puntando su altri elementi. Rimasto in Umbria, il 21enne di Narni ha trovato pochissimo spazio nella Prima Squadra diretta da mister Cristiano Lucarelli: 3 panchine e 7′ in Coppa Italia sul campo del Venezia; allo score va aggiunta la partita giocata in Primavera 2 l’11 dicembre sul campo della Salernitana (3-1). L’operazione tra Aquile e Fere è avviata verso la definizione.

Si balla sulle punte

C’è poi il tema del centravanti a tenere banco: la situazione legata al Covid-19 non aiuta a concludere il trasferimento di Ferdinando Mastroianni al Fiorenzuola, dove si sono registrati 11 casi di positività nel giro di poche ore; Fracchiolla vorrebbe cedere, in questo caso con la formula del prestito, anche l’esterno sinistro Ermes Purro agli emiliani, visto che l’arrivo di Capoferri gli toglierebbe anche il poco spazio concessogli in questa prima parte di stagione. Il diesse lavora anche alla cessione del centrocampista Filippo Lora, finito ai margini dopo un ottimo avvio di stagione: come rivelato tempo fa, solo il Legnago avrebbe preso informazioni sull’ex Monza, ma al momento non c’è in piedi una vera e propria trattativa.

In entrata il tema principale, come detto poco sopra, è quello relativo al nuovo “9”: il profilo del brianzolo Andrea Bianchimano piace molto, ma c’è da trovare la quadra con un Perugia non intenzionato a fare particolari sconti al Lecco. E poi rimane sullo sfondo la possibilità di arrivare a Manuel Sarao, pallino di Fracchiolla che l’ha avuto con sè alla Virtus Francavilla (38 presenze, 11 gol e 1 assist nel 2018/2019) e anche a luglio ha fatto un tentativo concreto per riportarlo all’ombra del Resegone prima del trasferimento dal Catania al Gubbio. Senza particolari evoluzioni, invece, la pista che porta a Plescia dell’Avellino. Si è poi fatto il nome del difensore Tommaso Farabegoli dell’Ancona-Matelica: il classe 1999 di proprietà della Sampdoria è in uscita dalla società marchigiana (6 presenze). Il piano “A” dei blucelesti era quello di tenere in considerazione Sparandeo ed Enrici anche per il ruolo di centrale, inoltre la direttiva presidenziale (“uno entra se uno esce”) è chiara in tal senso: magari, con il passare dei giorni, potrebbe prendere quota uno scambio, ovviamente con il necessario assenso della società ligure.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio