Seguici

Calcio

Lecco troppo spento per i play-off: va avanti la Pro Patria

Decidono due calci piazzati nel deserto tecnico di una partita con pochissimi spunti da una parte e dall’altra. La stagione bluceleste si chiude, come un anno fa, con un ko al primo turno

Esultano i giocatori bustocchi (Foto MATTEO BONACINA/LCN SPORT)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Finisce mestamente la stagione del Lecco, al termine di una brutta prestazione contro una Pro Patria non irresistibile che fa bene la sua parte e, con due calci piazzati, sbanca il Rigamonti Ceppi e passa il turno. Le avvisaglie delle ultime settimane, con un calo psicofisico (e motivazionale?) evidente, trovano conferma nel triste responso del campo.

Molto attivo Purro a sinistra, scarico per Ganz che crossa subito da sinistra ma in mezzo non c’è nessuno. Calcio d’angolo Pro Patria al 13′, prima deviazione, Sportelli sul secondo palo è ben appostato, controlla e nonostante tre difensori blucelesti batte Pissardo per il vantaggio. Ritmi blandi, le occasioni latitano. Episodio dubbio al 28′ quando Ganz va a recuperare palla a un distratto Caprile, che lo affossa: Acanfora lascia correre ma il portiere sembra prendere nettamente prima il pallone. Il Lecco cresce ma si affida solo a conclusioni da fuori, senza centrare la porta, con Kraja e Lora.

Ripresa: molti cambi, poco costrutto

Nella ripresa subito calcio di punizione su cui Purro va a calciare bene col sinistro, Caprile costretto al bell’intervento. Dentro Zambataro e Capoferri, si passa al 4-4-2. Occasione al 61′, cross di Purro, Zambataro ci arriva ma non si aspetta il pallone e appoggia al portiere. Al 64′ ci prova Kraja dalla lunghissima distanza, altissimo. Purro in area, dribbla un avversario e calcia a giro ma da sbilanciato, fuori poco.

Il neoentrato Castelli, al 71′, raccoglie un bel fraseggio dei compagni, si gira e conclude, Pissardo attento. Dall’altra parte l’onnipresente Purro crossa teso dal fondo, Caprile non la tiene, brivido nell’area bustocca. Minuto 85, Castelli vede Pissardo fuori dai pali e prova invano l’eurogol da 60 metri. All’88’ espulsione per doppio giallo di Battistini, punizione diretta su cui Pizzul batte Pissardo con un rasoterra sul primo palo. Ultimo brivido sulla punizione di Morosini che sfiora l’incrocio. Finisce 2-0, mesto tramonto sulla stagione bluceleste dopo una sola partita dei play-off, esattamente come un anno fa.

Calcio Lecco 0-2 Pro Patria (0-1)

Marcatori: Sportelli (PP) al 14′ p.t.; Pizzul (PP) al 44′ s.t.

Lecco (3-5-2): Pissardo; Merli Sala (dall’8′ s.t. Capoferri), Marzorati, Battistini; Celjak, Masini, Kraja, Lora (dall”8′ s.t. Zambataro), Purro (dal 32′ s.t. Buso); Nepi (dal 32′ s.t. Tordini), Ganz (Libertazzi, Enrici, Lakti, Petrovic, Vasic, Morosini, Sparandeo, Tordini, Italeng). All. Luciano De Paola.

Pro Patria (3-5-2): Caprile; Sportelli, Boffelli, Saporetti; Vezzoni (dal 32′ s.t. Ferri), Nicco (dal 45′ s.t. Colombo), Bertoni, Galli (dal 32′ s.t. Pizzul), Pierozzi; Parker (dal 25′ s.t. Castelli), Stanzani (dal 45′ s.t. Pesenti) (Mangano, Vaghi, Brignoli, Lombardoni, Giardino, Ferri, Cassano, Caluschi). All.: Massimo Sala – Giuseppe Le Noci.

Note: spettatori 1.311 (125 ospiti); terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Nepi, Stanzani, Vezzoni, Celjak, Battistini, Buso, Pierozzi. Angoli 4-2. Espulso Battistini per doppio giallo al 42′ s.t.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia, ass. Bocca di Caserta, Centrone di Molfetta.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio