Seguici

Calcio

Ultimi passi di «arrivederci»

Venerdì sera Domenico Fracchiolla e Luciano De Paola, ormai due ex blucelesti, hanno salutato un nutrito gruppo di collaboratori e amici. La lettera di saluto del direttore sportivo

Da sinistra: Andrea Malgrati, mister Luciano De Paola, Domenico Fracchiolla BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Serata di commiato in casa Calcio Lecco 1912. Venerdì un nutrito gruppo si è ritrovato per dare il proprio saluto al diesse Domenico Fracchiolla, organizzatore dell’evento informale, ma anche a mister Luciano De Paola: i due, passati dalla rescissione consensuale, sono rispettivamente indirizzati verso Virtus Francavilla, manca fondamentalmente solo l’annuncio ufficiale, Pro Vercelli, Crotone o Renate, le tre squadre che hanno mosso passi seri verso il tecnico. Il loro bottino: Fracchiolla chiude dopo un biennio da 115 punti e due piazzamenti play off, De Paola dopo una seconda esperienza in bluceleste da 1,58 punti conquistati in 24 partite. Presente all’appuntamento, tra i vari componenti di dirigenza, staff, dipendenti delle varie aree societarie e amici, anche il vicepresidente Gino Di Nunno: papà Paolo Leonardo, patron delle Aquile, nel corso della giornata aveva incontrato lo stesso Fracchiolla, ma non c’erano stati i margini per ricomporre la situazione e dare vita a un terzo percorso alla guida della direzione sportiva. Sul fronte societario non ci sono state evoluzioni tangibili: l’altalena è quella consueta, ma rimaniamo dell’idea che ogni giorno messo alle spalle avvicini la permanenza della famiglia Di Nunno in cabina di comando. Ma il tempo scorre impetuoso e ci sono tante figure chiave da individuare in vista della prossima stagione, di conseguenza le riserve andranno sciolte in tempo abbastanza breve.

Il saluto di Fracchiolla a Lecco

Fracchiolla, indubbiamente legatosi a doppio filo con la piazza lecchese, ha divulgato una lunga lettera di ringraziamento per chi ha condiviso un percorso iniziato tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, con la nomina a consulente; a maggio 2020, invece, la firma del primo contratto da direttore sportivo. «Cari Lecchesi, quando arriva il momento di dire grazie vuol dire che qualcosa che era cominciato, purtroppo volge al termine. Non è mai facile, soprattutto quando ripensi a tutti i tifosi e ai collaboratori con i quali hai condiviso delle interminabili giornate di lavoro dedicate a unico obiettivo, il bene della Calcio Lecco. Vorrei partire da voi, dal vostro amore, dalle vostre ansie, dalle gioie, dalle paure, da tutto quello che mi avete trasmesso in questi difficili ma splendidi 2 anni e mezzo nei quali mi avete fatto sentire uno di voi. Ringrazio la famiglia Di Nunno per avermi dato la possibilità di vivere questa esperienza di vita e sono particolarmente grato al mio amico fraterno Gino Di Nunno e al mio direttore Angelo Maiolo, uomini sempre vicini nei momenti di difficoltà. Ringrazio affettuosamente i nostri allenatori, in particolare mister De Paola, dai quali ho imparato tanto e i nostri calciatori che si sono dimostrati dei veri uomini».

Prosegue: «Abbraccio virtualmente tutta la calcio lecco dal mitico Battazza, passando per il grande Cecconi, fino ad arrivare all’instancabile Tato. Lo staff medico insuperabile capitanato dalla Doc. Chiara Kia Airoldi, l’ex portierone Carletto Zotti, i precisi e attenti preparatori atletici, l’efficiente team manager Franco Mandia, i passionali amici del settore giovanile capitanati da Paolo Pennati, i super disponibili e professionali Edoardo Tomatis e Filippo Gianotti, il mio amico Davide sempre in giro a scoprire talenti, il grande Geom. Selva, l’inossidabile Bonino, il passionale commercialista Francesco, la mia amica mister Iustoni Monica, il sempre disponibile Paolo Valassi e infine i miei due fratelli Sam e Malgra, non ho parole per definire tutto ciò che avete fatto per me, posso solo dirvi “Grazie”. Un saluto affettuoso a tutti i cuori Blucelesti sperando che sia solo un arrivederci, il vostro amico Domenico». Parole che sanno di arrivederci e lasciano aperta una porta a una collaborazione, sulla falsariga di quanto comunicato dalla società nei giorni scorsi («Sono certo che la Calcio Lecco continuerà a beneficiare del lavoro da lui impostato nei propri ambiti di competenza»).

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio