Seguici

Rugby

Damiani, addio al rugby giocato. «Da fuori vedrò meglio il gioco»

Damiani portato in triofo a fine match domenica (Foto Luca Tantimonaco)
Condividi questo articolo sui Social

Domenica ha disputato la sua ultima partita da giocatore. Al termine di una lunghissima carriera, Sebastian Damiani ha deciso di appendere le scarpette al chiodo.

“Seba” si dedicherà soltanto al ruolo di allenatore, che tante gioie gli sta regalando in questi anni. Non ultime le sette vittorie consecutive con cui il Rugby Lecco ha concluso il campionato di Serie B.

«Dico sempre che è meglio lasciare il rugby prima che il rugby lasci te», spiega Damiani. «Meglio fermarsi e concentrarsi sul fuori campo, da allenatore, riuscendo a vedere cose di cui da dentro non ti accorgi. La sorpresa che mi hanno preparato dopo la vittoria col Cus Milano al Bione? Sono stato molto contento, non me l’aspettavo, sono venuti anche miei amici da Parma e da Noceto, mi ha fatto grande piacere».

«Sapevo che saremmo venuti fuori»

La stagione dei blucelesti si è conclusa nel migliore dei modi. «All’inizio dell’anno sapevo che sarebbe servita tanta pazienza perché era un gruppo quasi interamente nuovo. Sapevo che i ragazzi avrebbero potuto consolidarsi nel girone di ritorno, quando hanno preso fiducia per giocarsela alla pari con tutte. Siamo diventati una squadra protagonista, che sa giocare palla in mano. Contro Cus Milano si è visto: loro volevano vincere il campionato nonostante fossero già promossi, e infatti è stata durissima. I ragazzi ci hanno creduto anche quando erano sotto nel punteggio, con spirito di sacrificio: non potevamo chiudere meglio il campionato. Il successo contro di loro è un’impresa e ci consente di ripartire col sorriso in vista dell’anno prossimo».

Come cambierà il Rugby Lecco il prossimo anno? «Quest’anno è stato particolare, perché cinque giocatori dell’Under 18 hanno giocato con noi e si sono rivelati all’altezza. L’Élite 1 è un campionato molto allenante, poco diverso dalla Serie B. Altri avranno spazio sin dalle amichevoli prestagionali e poi verranno inseriti. Anche nel 2018/19 avremo un gruppo giovane che dovrà proseguire nella crescita costante, per poi magari pensare a raccogliere i risultati».

 

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

 

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Rugby