Seguici

Bruschi e Villani

Bruschi & Villani21 Gennaio 2013Societ� se ci sei batti un colpo!

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura < 1 minuto

La squadra le risposte le ha date.
Sul campo. Risposte eloquenti.
Undici gol fatti nelle ultime nove partite e tre soli subiti. Diciassette punti conquistati sui ventisette disponibili. Una media play-off se non da promozione. Certo, un pizzico di fortuna c’è stata, come quella capitata ieri prima di segnare i tre gol, anticipati dai tre pali del Caravaggio.

Ma in mezzo ci sono anche tanti rigori non dati, occasioni sprecate, pareggi subiti al 92° come quello di Crema. Insomma i diciassette punti sono tutti farina del sacco di mister Fiorenzo Roncari e dei suoi ragazzi.

Clicca per ascoltare la puntata di Bruschi & Villani

Ora, però, visto che il loro dovere lo stanno facendo appieno, bisogna dare una sterzata anche in società. Bisogna chiarire i ruoli in maniera definitiva. Bisogna acquisire la proprietà dagli Invernizzi. Si deve, insomma, dare il via a quell’operazione trasparenza troppe volte rimandata. Questo non perché lo chiediamo noi o altri tifosi, ma perché lo chiede la squadra. Una formazione, ne siamo convinti, che andrà fino in fondo anche senza chiarezza né soldi, ma che merita una chance, anche per il futuro.

Troppe volte le indecisioni societarie, in questi anni, hanno determinato cattivi risultati anche sul campo. Quest’anno, tenendo conto di tutte le difficoltà che si sono dovute affrontare quest’estate, non deve andare così. Ci vogliono forze fresche nella Cento Bluceleste, forze capaci di dare liquidità alla società. E poi ci vuole chiarezza nei ruoli. Chi ha la capacità, oggi come oggi, di imporre la propria visione delle cose in seno alla società? Il senatore Antonio Rusconi, il team manager Angelo Battazza, l’amministratore unico Paolo Cesana? E chi fa le scelte tecniche guardando con lungimiranza al futuro? Battazza o Raineri? Oppure anche Cesana? Rusconi di sicuro no…

Insomma, ringraziando di cuore tutti quelli che finora hanno dato una grossa mano permettendo la rinascita del Lecco, ora è arrivato il tempo dei chiarimenti, non più procrastinabili. Si potrebbe aspettare ancora un poco, ma non mesi. Arrivare a maggio senza sapere se il Lecco ha la forza di giocare i play-off per vincerli (ovvero per reggere una Seconda Divisione), sarebbe drammatico.

E andare avanti senza capire perché, al di là della semplice questione economica, non si sia ancora ufficializzata la cessione delle quote, sa tanto di Lecco della prima repubblica…

La squadra e Roncari meritano di più. Anche avendo presente da dove si arriva e cosa si è rischiato quest’estate. L’appello, però, non è rivolto solamente a chi ha messo faccia, competenza e soldi. Da Rusconi a Battazza, passando per Brivio, Bonaiti e via dicendo. L’appello è verso chi si è avvicinato ma non ha fatto il passo decisivo. Cosa ci vuole in più? La squadra va, è tornato l’entusiasmo sugli spalti. Nessuno rimprovera nulla alla società attuale.

È il momento di buttare il cuore oltre l’ostacolo. 

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Bruschi e Villani