Seguici

Calcio Lecco 1912

La storia si ripete…

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Aurora Seriate-Lecco con tutta probabilità si giocherà a porte chiuse.
Bene, di questo abbiamo già trattato ampiamente negli articoli precedenti, seppur manchi ancora l’ufficialità del caso.

Quello che potrebbe sfuggire ad un’occhio meno attento, o forse semplicemente poco esperto, è che sul sito ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti sia uscito oggi il Comunicato Ufficiale Numero Numero 124, trattante tutte le gare da disputarsi a porte chiuse per scelta del Giudice Sportivo o, udite udite, delle varie Prefetture.

La domanda sorge quindi spontanea: perchè l’unica gara per cui la Prefettura, quella di Lecce nello specifico, ha predisposto il divieto di vendita dei tagliandi ai tifosi ospiti è quella tra Nardò e Fortis Trani, mentre non vi è traccia del medesimo provvedimento per Aurora Seriate-Lecco?

Consultando il sito internet relativo alla Prefettura di Bergamo, difatti, l’ultima comunicazione è risalente all’11 Marzo ed è riguardante l’emergenza neve.

Ancora una volta, come la tradizione impone, i tifosi Blucelesti non sanno ancora se potranno recarsi presso lo stadio, anzi il Campo Sportivo, di Seriate per vedere e sostenere i propri colori del cuore.
Sarebbe anche utile capire per quale motivo dovrebbe essre adottato tale provvedimento, visto che gli unici episodi di tensione causati dai (tanti) supporters Blucelesti si sono verificati a Seregno, serata da cui nessuna delle due tifoserie è uscita con la coscienza pulita.

Da quanto ci dicono dalla cittadina bergamasca l’impianto sportivo è anche dotato di un settore ospiti di dimensioni modeste, ma congrue alla categoria (200 persone) ed è previsto anche un ingresso separato rispetto a quello dei tifosi locali.
Evidentemente qualcuno teme qualche tipo di ritorsione verso il centrocampista Bertacchi, di cui tutti ci ricordiamo le gesta nell’incontro d’andata.
Oppure, più semplicemente, è ora di trovare il modo per andarsene da questa categoria, in cui una tifoseria in movimento è paragonata ad un esercito che si dirige verso la guerra.

Dopo aver assisito da St. Georgen-Lecco appostati dietro ad una recinzione da pollaio pensavamo di averle viste tutte, ma evidentemente non così. 

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912