Seguici

Calcio Lecco 1912

Calcio Lecco: ancora come una lava incandescente

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Altra svolta decisiva nel tortuoso ed intricato cammino per il passaggio delle proprietà della Calcio Lecco.

Da una parta sembra ormai certo che al tavolo per il cambio di mano delle azioni della Società di via Don Pozzi si siano seduti Invernizzi da una parte per la parte cedente e dall'altra Ferrara per la parte acquirente. L'unica incertezza al momento sembra sia dovuta ai tempi in cui questo accordo verrà formalizzato visto che dovrebbero pochi dettagli, ma anche se in questo caso, così come in tutte le trattative, la parola "The end" potrà essere scritta solo a firme avvenute, tutto quello che precede va ascritto alle mere chiacchere.

Dall'altra parte vi è il ruolo non meno importante della Centobluceleste la cui costituzione fu attuata per evitare il fallimento del Lecco dopo Calà. Con il passare del tempo il ruolo di questa è salito fino assumersi la responsabilità della gestione corrente della Società, con Antonio Rusconi, come terminale, impegnato nel cercare di far quadrare il cerchio di tutto ciò.

Ebbene in queste ore sembra che la Centobluceleste, appunto visto l'avvicinarsi della conclusione della trattativa di cui sopra, abbia deciso di fare un passo indietro rispetto all'accordo preso tempo addietro per la gestione della Società e ritornare, per così dire, al ruolo iniziale della sua costituzione e cioè di supporto commerciale alla Calcio Lecco.

Insomma la situazione è in piena evoluzione, potremmo dire una lava allo stato liquido, in attesa che questa si raffreddi e diventi stabile e cioè fuori metafora, che la Calcio Lecco trovi la sua stabilità definitva, appunto come la lava solidificata.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912