Seguici

Calcio Lecco 1912

Osvaldo Jaconi, quando i lecchesi aprono la strada

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Il Mondo intero sta celebrando il genio di Louis Van Gaal, tecnico dell’Olanda che ieri sera ha inserito Tim Krul al 121′ e gli ha affidato le chiavi della porta qualche secondo prima della decisiva lotteria dei calci di rigore contro la Costa Rica.
Il portiere ha respinto due penalty, consegnando ai suoi il pass per le semifinali mondiali.

Nelle ultime ore, però, la stampa italiana si è focalizzata su un precedente tutto italiano: nel 1996, a Foggia, fu il mandellese Osvaldo Jaconi ad inserire Pietro Spinosa, fino a quel momento mai sceso in campo, durante la finale playoff tra Castel di Sangro e Ascoli.
Risultato? Il portiere, ex preparatore di ChievoLivornoEupenCluji, parò il rigore decisivo per la promozione in Serie B della squadra abruzzese.
Giusto celebrare il merito del tecnico olandese, che ha così reso possibile “spolverare” la memoria ed una storia vecchia di anni, ma quantomai attuale e dallo sfondo bluceleste.
La storia di Osvaldo Jaconi, infatti, è strettamente intrecciata con quella della Calcio Lecco 1912: l’attuale tecnico della Civitanovese ha indossato la nostra maglia per 162 volte (con 21 gol) tra il 1963 e il 1974, prima di riallacciare il discorso da allenatore nel 1989-90, quando guidò Raggi e compagni nella serie record di 11 vittoria consecutive, con annessa partecipazione alla “Domenica Sportiva” e al ripescaggio in C2.

Riavvolgiamo il nastro dei ricordi, ascoltando le sue parole nella puntata di “1912, Una storia infinita” che l’ha visto protagonista.

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/podcast/1912usi/usi_36.MP3″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”false” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio Lecco 1912