Seguici

Blucelesti forever

Blucelesti Forever – Manuel Sarao

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Quando madre natura non ti dota di due piedi vellutati e di mestiere vuoi fare il calciatore, sai che per farti strada in quel mondo dovrai dare tutto te stesso e probabilmente anche qualcosa in più.
Crescere nel quartiere Baggio a Milano ti forma prima del tempo e t’insegna che devi essere duro come il ferro se vuoi arrivare a raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato. Manuel Sarao è uno di quelli che queste cose le ha imparate e vi ha tratto la sua forza: non è certo un fenomeno del calcio, è vero, ma mette su ogni pallone la cattiveria che le partite per strada da ragazzino gli hanno installato dentro.
Dotato di un fisico imponente (192cm per 90kg di pura potenza, ndr) giunge a Lecco nel dicembre 2012, caldamente consigliato dall’allora DS del Gozzano Zefira al collega Davide Raineri, che nell’agosto precedente aveva messo in piedi una squadra di tutto rispetto e stava rincorrendo posizioni non preventivate. Mancava un unico tassello: un giocatore che potesse far rifiatare Davide Castagna, indiscusso bomber e trascinatore ma arrivato al giro di boa con il fiato un po’ corto. Buon giocatore, Manuel, ma tante difficoltà gli impedivano di esplodere in terra piemontese.
L’esordio a Darfo Boario non è di quelli da ricordare, visti i venti minuti in campo con un’occasione sprecata nel finale. Nel 2013 la musica cambia: contro il Voghera, allora vicecapolista, si conquista al 90′ un rigore che fa letteralmente esplodere il “Rigamonti-Ceppi” (il penalty lo trasforma l’infallibile Castagna, ndr), ma contro il Caravaggio arriva il gol che inizia a farlo entrare nel cuore dei suoi nuovi tifosi.
Quando metti insieme un carattere esplosivo e un ambiente così caldo il mix può risultare devastante. Quando poi ti trovi in un gruppo che ti fa sentire libero e felice come quando giocavi su quella strada rappezzata da bambino, allora capisci che sei nel posto giusto al momento giusto. 9 gol in 23 partite, tra cui il meraviglioso arcobaleno con cui stende il Pontisola nella semifinale dei playoff di categoria, lo consacrano come una delle nuove scoperte della Serie D, così il Carpi decide di sottoporgli un quinquennale e di girarlo in prestito al Savona, dove conquista i playoff di Prima Divisione segnando tre gol in 24 apparizioni.
Nel settembre scorso decide di fare una scelta di cuore, rescindendo il contratto con gli emiliani e firmando con la neopromossa Giana Erminio per stare vicino a casa e alla fidanzata Vanessa, che nel novembre scorso lo rende padre di Jolie. La famiglia al primo posto, valore irrinunciabile di ogni duro che si rispetti.
Dopo aver sfiorato il bluceleste, che avrebbe voluto fortemente rivestire, a dicembre trasloca al Lumezzane, dove si conquista subito la fiducia dell’ambiente grazie a 3 gol 4 partite.

Sei mesi per farsi voler bene da una città intera, la stessa che lo aspetta per riprendere il discorso troppo presto interrotto. “Bluceleste forever” e lecchese d’adozione, in bocca al lupo Manuel!

[hana-flv-player video=”http://www.leccochannel.tv/podcast/blucelesti_forever/sarao_18032015.mp4″ width=”400″ description=”” player=”5″ autoload=”true” autoplay=”true” loop=”false” autorewind=”true” /]

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Blucelesti forever