Seguici

Altro

Lega Pro, sono solo 45 le squadre già iscritte

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

45 iscritte, 12 con riserva e 3 che ora se la vedranno brutta con il proprio futuro: è il conto, salato, che arriva al tavolo delle iscrizioni alla prossima Lega Pro.

MonzaCastiglione avevano annunciato preventivamente, per fallimento e rinuncia, le proprie intenzioni. A loro si è aggiunto il Grosseto, che dopo gli anni di gloria in Serie B conoscerà così l’oblìo del dilettantismo.

A sorpresa, invece, il Barletta ha presentato la propria domanda, seppur priva della fideiussione da 400mila euro. Ai problemi economici dei biancorossi, sempre alla ricerca di possibili acquirenti, si aggiungono quelli relativi allo stadio “Putilli”, già dichiarato inagibile dal comune pugliese.
Queste le altre società in una situazione simile: Ischia Isolaverde, Lupa Castelli Romani, Martina Franca, Paganese, Pisa, Real Vicenza, Reggina, Savona, Varese, Venezia, Vigor Lamezia.

Le 45 iscritte e che hanno presentato la documentazione completa sono Akragas, Alessandria, Ancona, Arezzo, Ascoli, Bassano Virtus, Benevento, Brescia, Casertana, Carrarese, Catanzaro, Cittadella, Cosenza, Cremonese, Cuneo, Fidelis Andria, FeralpiSalò, Foggia, Giana Erminio, Juve Stabia, L’Aquila, Lecce, Lucchese, Lumezzane, Lupa Roma, Maceratese, Mantova, Matera, Melfi, Padova, Pavia, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Reggiana, Renate, Rimini, Santarcangelo, Siena, Spal, Sud Tirol, Torres, Tuttocuoio, Virtus Entella.

Alla finestra per l’eventuale ripescaggio rimane il Seregno, che attraverso il patron Di Nunno ha pubblicamente annunciato la propria intenzione a procedere in questa direzione, ma la posizione di leadership dei brianzoli potrebbe venir insediata da TarantoAltoVicentino, disposte a versare la tanto discussa tassa di 500mila euro.
In coda il Fondi, mentre in tanti aspettano di sapere se si procederà anche ad eventuali riammissioni a causa di calcioscommesse e alto numero di escluse dalla terza serie.

La prossima data fiume sarà quella del 10 luglio, giorno in cui la CoViSoc esprimerà il proprio parere in merito alle domande. I ricorsi dovranno essere presentati entro il 14 luglio, con risposta da parte del Consiglio Federale che arriverà il 17 luglio.
Da quel giorno in poi, ecco che partirà anche il totoripescaggi.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro