Seguici

Basket

Il Basket Lecco domina, poi crolla. Marinello allo scadere riacciuffa la vittoria

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Al Bione succede di tutto: i blucelesti toccano i 20 punti di vantaggio ma nell’ultimo quarto si spengono. Crema si porta avanti a 4″ dalla sirena. Quando sembra finita, il play appena arrivato inventa il canestro del successo

Lecco prende subito vantaggio, sospinta da un Teghini ispirato da un Rattalino che sotto canestro mette subito energia. Crema conferma le premesse della vigilia, con la marcata predisposizione al tiro dal perimetro. Match molto equilibrato. A 1’39” dalla fine del quarto primi passi sul parquet del Bione per il neobluceleste Roberto Marinello. Parziale 18-19 sui tiri liberi di Biordi.

Ad aprire il secondo quarto sono i primi due punti di Marinello, attaccando il canestro. Risponde Crema con la tripla di Biordi, ma il nuovo arrivato alla corte di Paternoster è subito ispirato. Gli ospiti continuano a provare la soluzione da fuori, 6 su 19 dopo 20′, Marinello conferma il feeling con il canestro – e con i compagni nonostante i pochi minuti di allenamento insieme – tanto da chiudere il tempo come miglior marcatore bluceleste con 9 punti. All’intervallo lungo è 41-38.

Di Prampero “on fire”

Il secondo tempo lo inaugura la tripla di Di Prampero, imitato da Brunetti. Il Lecco allunga sul +11 al 25′ sui due liberi di un ottimo Cacace. Ma è il numero 31 il protagonista del quarto, con due “bombe” consecutive che valgono il massimo vantaggio di +15. Lecco sfrutta l’energia positiva delle percentuali altissime al tiro, Teghini inventa un assist splendido per l’appoggio di Rattalino al tabellone: 67-47 a 1′ dalla fine del quarto. Crema cerca di restare attaccata alla partita ma anche Caceres partecipa al “festival da tre”. Ultimi dieci minuti da giocare sul 69-53.

Paternoster approccia l’ultimo periodo con un quintetto “basso” (Teghini, Marinello, Molteni). Le percentuali di Crema da fuori si impennano. Complici un paio di palle perse dai lecchesi, gli ospiti si riavvicinano (-9 a 8′ dalla sirena). Lecco sa soffrire, dopo un tecnico e un fallo in attacco a Rattalino: nuove triple di Di Prampero e Marinello per tornare al +15 (80-65 al 34′).

Ultimi 7″ per cuori forti

Norcino (letale dall’arco) e Biondi in schiacciata guidano il break cremasco a 4′ dalla sirena. Gli ospiti sono vivissimi e si riportano a -5 con Legnini. Lecco trema, come accaduto nelle ultime uscite. Ultimo giro d’orologio sull’83-80, i blucelesti non riescono più a tenere palla. Crema va in lunetta e accorcia, con l’ultimo possesso a 7″ dalla conclusione. Gianninoni si gira e in sospensione trova il canestro del clamoroso sorpasso. Ma c’è Marinello, mvp del match: dalla rimessa dopo il time-out palla al neobluceleste che senza ritmo inventa il tiro della vittoria 85-84. La paura c’è ancora, e su questo il coach dovrà continuare a lavorare, ma i due punti sono ossigeno per la classifica.

Il tabellino Gimar Basket Lecco: Federico Di prampero 19 (1/3, 5/11), Roberto Marinello 16 (4/5, 2/6), Alberto Cacace 13 (1/6, 3/4), Juan manuel Caceres 11 (5/7, 0/2), Luca Rattalino 10 (4/9, 0/0), Michael Teghini 8 (1/3, 2/4), Luigi Brunetti 5 (2/5, 0/1), Mattia Molteni 3 (0/0, 1/5), Riccardo Chinellato 0 (0/1, 0/1), Matteo Favalessa 0 (0/0, 0/0), Riccardo Galasso 0 (0/0, 0/0), Andrea Ratti 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 36 11 + 25 (Alberto Cacace, Luca Rattalino 7) – Assist: 20 (Michael Teghini 7). All. Antonio Paternoster.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket