Seguici

Basket

Verso il derby (2): Np Olginate-Basket Lecco, l’analisi tattica

Matteo Marinò (Np Olginate) e Luigi Brunetti (Basket Lecco)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Giochiamo “sulla carta” la partita che andrà in scena sabato al PalaRavasio, analizzando le caratteristiche fin qui dimostrate dalle due squadre

È difficile provare a ipotizzare quale scenario tattico maturerà sabato sera (h 21) al PalaRavasio. Np Olginate e Basket Lecco sono squadre ancora in costruzione, alla ricerca di una fisionomia precisa, di un’identità di gioco che riduca lo scarto tra le idee dei rispettivi allenatori e quanto realmente accade in campo.

Per quanto hanno detto finora le otto giornate disputate in Serie B, l’ipotesi più probabile è che si assista a un match in cui saranno protagonisti i tiratori delle due formazioni. Da ambo le parti, infatti, giocano esterni (e lunghi) con tanti punti nelle mani. Olginate può schierare il neoacquisto Alessandro Marra che ha esordito sabato scorso siglando 24 punti, ma anche Tagliabue che viaggia a 13.3 di media, De Bettin 10.6, Caversazio 10.3. C’è sempre Matteo Marinò che nella scorsa stagione fu letale nel derby di ritorno al Bione. Lecco dal canto suo risponde con Roberto Marinello che domenica, nella sua prima in bluceleste, ha scritto a referto 16 punti, quindi Teghini con 13 di media, Di Prampero 12.9, Brunetti 12.4.

Verso il derby (1): la video preview statistica

Situazione dunque simile per le due squadre, con tre esterni e un lungo che hanno un potenziale da doppia cifra conclamato nelle statistiche, più altri giocatori potenzialmente decisivi, Marinò per Olginate e Cacace per Lecco. Attorno a loro, un manipolo di giovani cui gli allenatori concedono minutaggi importanti.

L’Asso di Meneguzzo: intensità difensiva

Un’analisi attenta suggerisce che la squadra di coach Massimo Meneguzzo proverà a “sporcare” le giocate dei lecchesi, cercando di complicare la gestione del possesso e non lasciare spazio ai micidiali esterni del Lecco. Una situazione che finora gli uomini di Antonio Paternoster hanno dimostrato di patire. In quest’ottica, l’asse di regia Teghini-Marinello (in staffetta o in tandem) dovrà essere bravo a cercare il giusto ritmo e soluzioni intelligenti. La migliore arma che Olginate potrà mettere sul parquet del PalaRavasio è dunque l’intensità difensiva, per cercare di limitare Lecco nel punteggio (con 69.8 Npo detiene la quinta migliore difesa del Girone B di Serie B).

Il jolly di Paternoster: tiro da fuori e rimbalzi

Viceversa, i blucelesti cercheranno da subito di far valere la – finora – migliore efficacia al tiro da fuori – 36% il fatturato complessivo da tre – schierando un’impressionante batteria di “cecchini” che non si limita agli esterni ma coinvolge anche i lunghi, Brunetti, Caceres e Chinellato. Un ulteriore aspetto da considerare è il gioco di squadra del Lecco: nelle ultime gare è risultato evidente quanto la distribuzione delle scelte al tiro sia eterogenea: non lo dimostrano soltanto i referti con la ripartizione dei punti tra più giocatori, ma anche il numero di assist in crescendo, ben 20 nell’ultima vittoria con Crema.

Il Lecco cercherà inoltre di far valere la maggiore concretezza al rimbalzo difensivo, aspetto che Olginate ha sofferto moltissimo negli ultimi incontri disputati. In questo, ci si aspetta un gran lavoro di Cacace, Caceres e Rattalino. Tra i biancoblu, in questa bagarre sotto canestro, molto dipenderà dalle condizioni – e dalla serata – di Marco Tagliabue.

Verso il derby (1): Np Olginate-Basket Lecco raccontato dai numeri

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket