Seguici

Prima squadra volley

Picco Lecco, sei infinita: ribaltato il fattore campo, Pisogne portata a gara-3

Le biancorosse, sconfitte sabato tra le mura amiche, espugnano il difficile palazzetto bresciano grazie a una prestazione gagliarda e si garantiscono lo spareggio a Lecco

La festa dell'AcciaiTubi Picco Lecco a Pisogne
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Doveva essere la serata della vita (sportiva) o della morte. Ebbene, è stata quella della vita, cercata con ogni forza. Quella di Gratacasolo di Pisogne era, per l’AcciaiTubi Picco Lecco, una gara senza domani; come tale l’hanno affrontata le ragazze guidate da coach Gianfranco Milano, in grado di aggredire Iseo Serramenti Volley Pisogne, supportata da un palazzetto molto caldo, e di gestirne la foga sino al momento decisivo del tie-break, attraverso cui la serie di quarti di finale play-off viene riportata al “Bione” per lo spareggio di gara-3.

Come non elogiare le varie Lancini (15 punti), Sironi (18 punti), Santini (14 punti), Civitico (12 punti), capitan Ferrario (12 punti) e un’immensa, seppur ancora acciaccata, Debora Stomeo? Tutte, con le compagne, capaci di andare oltre una sfortuna cieca (la settimana passata dalle giovani Roncon e Ronzoni ha confermato la maledizione che ha colpito i palleggi) e di ribellarsi a un destino che sembrava già scritto. La retorica ci viene in soccorso: quando la malasorte picchia duro, puoi assecondarla o ribattere colpo su colpo per provare a guadagnarti un esito diverso. Nulla è stato vinto, un’altra partita durissima è alle porte (sabato 18 maggio alle ore 21), ma certamente la Picco potrà uscire dal parquet lecchese con la testa altissima.

Veniamo alla gara, deficitaria al servizio (16 errori per la Picco e 17 per Pisogne), equilibrata in ricezione (30%-29%) e in attacco (34%-32%). Quasi mai si è andati oltre i quattro punti di vantaggio, da una parte e dall’altra; quasi mai, fino all’alba del quinto parziale, quando le biancorosse hanno saputo gestire meglio il pesantissimo pallone e piazzare l’allungo decisivo (12-6), strappo irricucibile per Pisogne, arresasi di fronte alla grinta delle lecchesi.

Ora l’ultimo atto dei quarti, con un’affamatissima Chromavis Abo Offanengo spettatrice decisamente interessata.

Iseo Serramenti Volley Pisogne 2-3 AcciaiTubi Pallavolo A. Picco Lecco (21-25; 23-25; 25-21; 25-23; 9-15)

Volley Pisogne: Dell’Acqua 8, Marcone 14, Brumat 5, Mazzoleni 14, Stroppa 15, Berlassini, Pacchiotti, Bortolot 2, Cortellazzo 12, Rolano (L), Costamagna, Rocca. All: Vincenzo Rondinelli.

Picco Lecco: Lancini 15, Martinelli, Mandaglio, Mainetti, Ferrario 12, Sironi 18, Dell’Oro, Santini 14, Stomeo 5, Civitico 12, Garzonio (L), Roncon, Badini. All: Gianfranco Milano.

Durata set: 25′, 30′, 29′, 31′, 18′.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Prima squadra volley