Seguici

Tennis

«Affrontiamo la Serie A2 con giocatori cresciuti sui nostri campi»

Il coach del Tennis Club Lecco Adamo Panzeri commenta il girone e le avversarie, «tutte forti con elementi di livello internazionalie», guardando in casa: «Orgogliosi di schierare giovani lecchesi»

Coach Adamo Panzeri
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

«La cosa bella è affrontare questo campionato di Serie A2 con una squadra di ragazzi lecchesi cresciuti in casa, sui nostri campi». Nelle parole di coach Adamo Panzeri c’è tutto l’orgoglio di chi, negli ultimi anni, ha contribuito a formare tennisti – oltre che uomini – con il lavoro quotidiano, l’abnegazione, l’attaccamento ai colori blucelesti.

La squadra del Tennis Club Lecco è giovane, con molta probabilità la più giovane del campionato che scatta il prossimo 3 ottobre. «Ottaviano Martini è il più “vecchio” tra quelli che giocheranno e ha solo 23 anni – spiega Panzeri – Tato Bonacina sarà il vicecapitano e metterà la sua esperienza da allenatore a disposizione dei giovani. Martini, Pozzi, Giudici Valsecchi e Vola: saranno loro a giocare».

Non sarà facile centrare l’obiettivo della salvezza con una rosa tanto “verde”, perché il girone di A2 offrirà scontri con giocatori scafati e già avvezzi al palcoscenico internazionale. «L’unica che non ha elementi di vertice è Bassano, la prima che affronteremo in casa. Ma potranno dire la loro per stare nelle parti alte della classifica, essendo molto compatti. Firenze ad esempio ha due punte di alto livello, il francese Grenier e Galovic. Gli altri club giocano tutti su terra all’aperto, mentre il sintetico sarà un nostro punto di forza come accaduto gli scorsi anni».

«Ottaviano veterano»

Lecco, a differenza delle altre, non schiererà giocatori stranieri. «Bello il fatto di sentire questi nomi, sono tutti ragazzi nostri, Ottaviano è ancora giovane ma ormai è un veterano della Serie A2. Sarà una bella sfida perché gli avversari sono molto forti sulla carta ma noi possiamo provarci. L’obiettivo è la salvezza, non abbiamo ambizioni diverse. Dobbiamo provare a guadagnare punti in casa, il campo ci ha sempre dato un’ottima mano. L’ideale sarebbe fare subito un risultato positivo per indirizzare il cammino. Ci stiamo allenando e insistendo tanto sui doppi, che saranno fondamentali. È una bella sfida, diversa dagli altri anni, perché ci giochiamo il campionato con le nostre forze. Lo abbiamo sempre fatto, è vero, ma prima avevamo Lorenzo Frigerio che rendeva gli incontri un po’ più facili. È giunto il momento di vedere se i ragazzi sono pronti».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Tennis