Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Pippo Lora saluta: «Siamo cresciuti insieme, ti auguro il meglio»

L’esperienza bluceleste del centrocampista si avvia verso la conclusione dopo 53 presenze e 1 gol segnato: il gruppo dei “senatori 2.0” perde un altro pezzo

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Sono i giorni dei saluti in casa Calcio Lecco 1912. Prima mister Luciano De Paola, che ha rescisso consensualmente il proprio contratto con la società di via Don Pozzi, poi si sono via via intensificate le voci relative alla partenza del diesse Domenico Fracchiolla, a sua volta in scadenza, verso una nuova avventura con la Virtus Francavilla del patron Antonio Magrì. E poi c’è una lunga lista di giocatori che sono arrivati alla conclusione del loro percorso. Tra questi figura anche Filippo Lora, 28enne centrocampista di scuola Milan arrivato all’ombra del Resegone quasi per caso, già avviato sulla via per Teramo due anni or sono e, invece, ceduto dal Monza al Lecco dopo l’allargamento delle liste concesso dalla Lega Pro. Dopo la stagione vissuta da comprimario con mister Gaetano D’Agostino, che comunque l’ha visto scendere in campo 23 volte per un totale di 1.053′, si era guadagnato il rango di titolare agli ordini di mister Mauro Zironelli, perno davanti alla difesa del 3-4-2-1 adottato dal tecnico vicentino.

L’esonero dell’allenatore, il successivo arrivo di mister Luciano De Paola, il passaggio al 4-4-2 e a un calcio meno “ragionato” e in linea con le sue caratteristiche, con annessa esplosione degli under Masini e Kraja, ha spesso spinto Lora in panchina e in una circostanza anche fuori dalla lista dei convocati, ma questo non gli ha comunque precluso la possibilità di toccare quota 30 partite stagionali (1.699 minuti), con il bel gol segnato al Fiorenzuola a coronamento del percorso fatto. Nonostante la sua cessione a gennaio sia stata più volte sulla strada della materializzazione, con le offerte respinte delle successivamente retrocesse Legnago e Grosseto ma anche con Mantova, Ancona-Matelica e Trento sulle sua tracce, il secondo infortunio al legamento crociato occorso Giorgio Galli, lo stesso che per tre volte stoppò la carriera in forte ascesa dello stesso mediano ai tempi di Cittadella, aveva chiuso la strada a ogni possibile migrazione verso altri lidi.

Il saluto di Lora a Lecco

Sempre convocabile, salvo squalifiche, e apprezzato anche a livello umano, Lora ha rappresentato parte di quella generazione di “senatori 2.0” che comprende anche i vari Pissardo, Marzorati, Celjak, Giudici e, fino alla cessione avvenuta a gennaio, Iocolano: tutti elementi che hanno stazionato a Lecco per almeno due stagioni e hanno alzato l’asticella dopo la salvezza ottenuta nel 2020 dal gruppo sul quale era stata costruita la corazzata della promozione dalla Serie D avvenuta nel marzo 2019. «Grazie Lecco. Siamo cresciuti e siamo migliorati assieme, ora… All the Best ad entrambi, per un futuro tutto da scrivere, “picchiando senza paura” come mi hai insegnato»: queste le parole scritte da Lora sul proprio profilo Instagram: in scadenza di contratto, anche il centrocampista è coinvolto in quella spirale d’incertezza che rende quantomeno molto difficile una permanenza in riva al Lario.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio