Seguici

Altro

Il 2013 in BluCeleste

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Il 2013 si chiuderà solo tra qualche ora, ma di certo si può tracciare un bilancio praticamente completo su quello che è stato l’anno appena passato per i colori BluCelesti.
Come sempre, si è trattata di un’annata intensa e piena di avvenimenti, che proviamo a riassumere sport per sport.

Il Lecco Calcio a 5 ha vissuto il cambio in panchina a Gennaio, quando Marques subentrò a Quatti e riuscì a condurre la squadra alla salvezza in A2 senza passare dall’inferno dei playout.
In questo primo scorcio di stagione la situazione è più tranquilla: gli otto punti di vantaggio sugli eterni rivali del Toniolo permettono di vivere con serenità le prossime gare.
L’uomo su cui puntare è senza ombra di dubbio Mirko Antonietti, a segno 26 volte nella passata annata e già a quota 18 nel girone d’andata di questo campionato.

Il Basket Lecco nel 2012-2013 ha sfiorato i playoff di DNB, mancati per soli due punti rispetto a Costa Volpino, e nella nuova stagione ha rilanciato le proprie ambizioni, salutando coach Tritto, non senza polemiche, per affidarsi a coach Piazza, che in questa prima parte sta cercando di infondere nei suoi ragazzi la continuità tanto cercata.
Al momento la zona playoff è al sicuro, ma la vittoria contro la capolista Legnano ha dimostrato che il roster vale ancora più.
Da segnalare la convocazione di Riccardo Crippa in Nazionale U20.

Il Rugby Lecco del Presidente Stefano Gheza ha dovuto salutare l’apprezzato coach Adrian Di Giusto dopo il biennio in cui sono stati centrati, come succede da anni, gli obiettivi del mantenimento della categoria e della valorizzazione del Settore Giovanile, da cui proviene il 90% dei giocatori che compongono la rosa della Prima Squadra.

Sulla panchina ora siede Sebastian Damiani, tornato a Lecco dopo averci giocato tra il 2000 e il 2003.

Con Locatelli sempre più coinvolto nel ruolo di viceallenatore, ora i galloni di capitano toccano spesso a Giacomo Rigonelli, vero e proprio jolly della squadra.

La Pallanuoto Lecco, dopo anni in cui è stata trascurata, ha ottenuto la sua vetrina vincendo il campionato Libertas per distacco, conquistando la promozione in quello Master.
Il via è fissato per il 12 Gennaio nella piscina del Bione contro Palombella alle ore 18.30.
Decisivo, nella passata stagione, il contributo sottoporta di Taras Untilla, oltre a quello dalla panchina di mister Longo, giovanissimo ma con le idee decisamente chiare.

Il Badminton ha vissuto il momento di maggior splendore con i due ori conquistati in Uganda da Daniel Messersi e Giovanni Greco (doppio maschile) nell’ambito del Torneo Internazionale organizzato nel Paese africano.

Lo Sci ha visto Davide Cazzaniga, classe 1992, trionfare nella discesa libera durante le Universiadi Invernali, svoltesi in Trentino.
Cazzaniga, già campione italiano junior, ha così replicato le precedenti affermazioni di Confortola (1975), Marconi (1978) e Cigolla (1985).
Per lui immediata la convocazione in Nazionale per la Coppa Europa.

La Calcio Lecco 1912, tenuta volutamente per ultima, ha coronato la prima parte dell’anno con la conquista dei playoff di Serie D dopo un campionato duro ed entusiasmante, partito senza certezze e senza una squadra, ma tramutatosi in una bella rimonta grazie ai 25 gol di Davide Castagna e alla forza del gruppo formatosi strada facendo, impresa resa possibile anche per merito del D.S. Raineri.
Roncari, mister artefice di questo risultato, è stato confermato sulla panchina BluCeleste, ma è stato sostituito da Giuseppe Butti dopo la rinuncia per motivi di lavoro.
In questi primi 5 mesi le cose sono però andate in una maniera decisamente diversa da quella sperata: la mancanza di una società vera si è fatta sentire, il mister lecchese ha presentato le dimissioni dopo la debacle interna (1-5) contro l’Inveruno in Coppa Italia e anche all’interno dello spogliatoio l’aria è stata pesante per lunghi periodi.
Da qualche settimana le redini sono state prese in mano da Salvatore Ferrara, imprenditore napoletano, e Cosimo Savoia, che si è affidato a mister Rocco Cotroneo, un passato in Serie A da giocatore, per spingere l’Aquila nei posti che più le competono.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Altro