Seguici

Calcio

Pagelle Lecco-Siena: si salvano in pochi, ma i bianconeri sono “troppa roba”

Tra i blucelesti spicca, ancora, l’operato di Marco Moleri, mentre steccano i giovani Nacci e Marchesi nella zona nevralgica. Difesa presa d’assalto e caduta sotto i colpi senesi

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 5: il Siena è certamente un avversario d’alto livello, si sapeva, ma l’impressione è che ci fosse il modo per metterlo ben più in difficoltà.

Safarikas 5: almeno due interventi decisivi su tiri ravvicinati, ma non fa una gran figura sulla rasoiata di Cesarini (fuori posizione) e sul tocco velenoso di Arrigoni.

Malgrati 5: Cesarini lo manda al bar e si spalanca le porte per la rete del vantaggio.

Merli Sala 5: anche lui in evidente difficoltà, prova a sopperire con le sue doti fisiche, ma non basta.

Vignati 6: nonostante la giovane età, è quello che sembra reggere meglio il confronto con gli attaccanti senesi.

Carissoni 5,5: sfonda tre volte sulla fascia destra, ma fa le scelte sbagliate una volta arrivato al “dunque”.

(dal 16′ st Maffei 6: è l’unico a sfiorare il gol e a sfondare con una giocata individuale, ma il tutto si traduce in un nulla di fatto).

Nacci 5: prima mezz’ala destra, poi mezz’ala sinistra, non trova le distanze.

(dal 1′ st Capogna 5: stranamente impreciso con la palla tra i piedi).

Segato 6: disegna qualche traiettoria interessante da fermo e manda Carissoni oltre le spalle della difesa in un paio di circostanze.

(dal 16′ st Pedrocchi 6: alza il baricentro della squadra e dà un po’ più ordine alla manovra, inoltre sfiora il gol con un bel tiro da fuori).

Procopio 5: evanescente, non riesce mai a trovare la possibilità per andare al cross.

(dal 1′ st Giudici 6: su e giù dalla fascia, crea qualcosa in più, ma sono praticamente tutte iniziative individuali).

Moleri 6,5: anche con disordine e rischiando grosso per una brutta entrata su Cesarini, ma prova sempre a buttare il cuore oltre l’ostacolo.

(dal 29′ st Scaccabarozzi 6: un paio di “strappi” interessanti, ma senza seguito da parte del collettivo).

Marchesi 5: nel primo tempo mostra il meglio della casa (colpo di testa in corsa), poi perde la posizione e sparisce dal campo.

Chinellato 6: fa spesso a sportellate da solo con i centrali del Siena e riesce a vincere vari duelli aerei. Gli manca il guizzo dentro l’area, ma la prova è da salvare.

All. Gaburro 5: il modulo (3-5-1-1) è un chiaro invito all'”aspettiamo e ripartiamo”, scelta contestabile ma non illogica, poi la giocata di Cesarini gli rovina i piani. Prova a porre rimedio con la girandola di cambi, ma nemmeno dalla panchina esce la giusta quantità di risorse. La “quadra” non è ancora stata trovata e questa è una colpa che dobbiamo imputare a lui.

Robur Siena 7: partita intelligente, da squadra che sa di essere superiore. Addormenta il gioco a suo piacimento e affida a Cesarini il compito di risolvere la gara, strategia azzeccata vista la verve del “10”.

Confente 6, Migliorelli 6, Arrigoni 6,5, D’Ambrosio 6,5, Cesarini 7,5 (Campagnacci dal 77’ sv), Baroni 6, Gerli 6 (Bentivoglio dal 67’ 6,5), Oukhadda 6, Polidori 6 (Guidone dal 68’ 6), Da Silva 6,5 (Serrotti dal 46’ 6), Panizzi 6. Allenatore: Alessandro Dal Canto 6,5.

Arbitro sig. Mattia Pascarella di Nocera Inferiore 6: lascia correre più di un contrasto duro e si fa desiderare prima d’iniziare a sanzionare, ma è un metro che applica in maniera equanime.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio