Seguici

Calcio

Calcio Lecco, riparte la Primavera. Pennati e Mastrolonardo guardano alla “2”: «Posti in palio, ci proviamo»

La punta dell’iceberg giovanile bluceleste ha cominciato a lavorare al “Rigamonti-Ceppi”. Entro lunedì 23 sarà definita la rosa che affronterà la stagione

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Chiusa a giugno una stagione compressa e complessa, la Primavera 3 della Calcioo Lecco 1912 è ripartita allo stadio “Rigamonti-Ceppi”. Alla guida c’è sempre mister Roberto Mastrolonardo, subentrato in corso d’opera e confermato in vista della nuova e, si spera, ambiziosa stagione bluceleste. Come quasi sempre avviene nel Settore Giovanile, la squadra è stata profondamente ristrutturata: qualche 2002 ha salutato e fatto il salto in Prima Squadra (Malinverno è in odore di debutto dopo un buon precampionato), altri hanno firmato il contratto di addestramento e trovato collocazione in Serie D. Il tecnico e Paolo Pennati, Responsabile del Settore Giovanile non si nascondono: la voglia di centrare la promozione in Primavera 2 c’è tutta, ma servirà tempo per definire prima e amalgamare poi il gruppo.

La Primavera 3 nel giorno del raduno BONACINA/LCN SPORT

Entro lunedì 23 agosto sarà definita la rosa, che vede tanti elementi ex Novara, ma anche di altre realtà estromesse dal prossimo campionato di Serie C, al momento in prova. Nel frattempo sono stati svolti i test anti-Covid nei confronti dei membri del gruppo squadra che hanno dato esito negativo in tutti i casi. C’è attesa anche per conoscere il prossimo girone, che la Lega Pro comunicherà una volta che la Lega Nazionale Professionisti B avrà definito l’organico del campionato di Primavera 2. Tanto ancora da conoscere, quindi, ma l’obiettivo è già stato posizionato.

Pennati: «Rosa rinnovata»

Paolo Pennati BONACINA/LCN SPORT

Stagione in cui avete voglia di rivalsa?
«L’anno scorso la stagione è stata, alla fine positiva, perché l’obiettivo della salvezza è stato raggiunto. Siamo contenti di aver mantenuto la categoria, ora vogliamo fare un campionato più importante. La rosa è abbastanza rinnovata e cercheremo di lavorare per trovare l’amalgama giusta».

Sulla rosa e i nuovi giocatori:
«Abbiamo inserito elementi in base alle dinamiche che si erano create con la scorsa Primavera. Qualcuno è andato in Serie D, altri sono rimasti e abbiamo inserito giocatori che si sposano alle caratteristiche della Prima Squadra; parliamo di 2003, ma anche di 2004 all’esordio in categoria. Molti sono i nostri ex Under 17, che lo scorso anno hanno chiuso al secondo posto dietro il Como».

Rapporto con le altre realtà del territorio:
«Abbiamo fatto un lavoro omogeneo, pur avendo un rapporto di collaborazione con il Monza che ci ha dato ragazzi per le varie categorie. In più abbiamo preso giovani dal Novara dopo lo svincolo, parliamo di reduci da un Settore Giovanile importante».

L’obiettivo è…
«La riforma prevede le promozioni in Primavera 2 e noi vogliamo ambire a un piazzamento che ci possa permettere di fare il salto».

Mastrolonardo: «Molto contento per Malinverno»

Roberto Mastrolonardo BONACINA/LCN SPORT

Sulle ambizioni e il gruppo:
«Il gruppo ha una buona parte dei 2003 e dei 2004 dello scorso anno. In questo momento sono arrivati alcuni ragazzi da altre squadra di Primavera o Allievi; la prima settimana sarà quella per conoscerci, sarà il lavoro grosso da fare per incominciare ad avere tutti quanti obiettivi e linee guida comuni. Noi partiamo con il presupposto di fare il meglio possibile, formando i ragazzi per il passaggio in Prima Squadra, mentre in categoria cercheremo di fare il massimo, guardando ai tre posti che portano in Primavera 2 perché darebbe blasone alla società».

La nuova squadra:
«Lo scorso anno era giusto, nel primo periodo, dare una scossa e trovare la continuità poi arrivata. Tatticamente seguiremo le caratteristiche dei ragazzi e le direttive societarie per far si che i ragazzi trovino le stesse condizioni di lavoro. Credo che ci sarà un’ottima sinergia con la Prima Squadra».

Su Andrea Malinverno in Prima Squadra:
«Si sfonda una porta aperta, con lui ho instaurato un rapporto molto forte e stretto. Sono molto contento per quello che gli sta accadendo, poi deciderà la società il meglio per il suo futuro. Umanamente e tecnicamente merita molto».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio