Seguici

Calcio

La cura De Paola si vede, manca concretezza: il Lecco cede alla capolista

Buona prestazione dei blucelesti di fronte alla squadra in vetta alla classifica: ritmo, intensità e occasioni da gol, ma agli ospiti basta sfruttare il “solito” calcio piazzato per portare a casa i tre punti

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Mister Luciano De Paola non poteva fare miracoli, a quattro giorni dal suo insediamento sulla panchina nel post-Zironelli. Eppure il suo primo Lecco porta in calce le caratteristiche che tanto piacciono al tecnico: corsa, intensità e tentativo di muovere il gioco sugli esterni per creare occasioni da gol. Qualità che, almeno nelle ultime partite, non si erano viste nella squadra bluceleste. Buone le trame di gioco, poche le concessioni difensive se non, al solito, su calcio piazzato che alla fine risulta letale. La capolista Sudtirol, possente e pragmatica, ringrazia e porta a casa i tre punti di “corto muso”.

Prima occasione per gli ospiti da calcio piazzato e subito vantaggio: Casiraghi calcia benissimo, Odogwu anticipa Pissardo in uscita e deposita in rete. La reazione del Lecco si fa attendere qualche minuto, al 20′ rasoterra violento di Kraja che Poluzzi blocca in due tempi.

Pericoloso il Sudtirol sulla destra al 24′ con Casiraghi, cross perfetto per Broh che si vede scivolare Masini e calcia alto in curva Nord da posizione molto favorevole. Il Lecco dialoga bene ma manca sempre negli ultimi venti metri. Al 39′ ennesima punizione dalla fascia destra, Casiraghi va dritto in porta centrale, Pissardo è attento.

Ripresa: il mister gioca tutte le carte

Gli ospiti cominciano bene il secondo tempo, più alti e propositivi, De Paola corre ai ripari scegliendo Enrici e Petrovic al 52′ per Lora e Mastroianni. Il Lecco passa a tre dietro. Intorno al 60′, in sessanta secondi Pissardo prima blocca il tiro mancino di Odogwu e poi smanaccia in angolo il siluro di Rover. Dentro Morosini e Ganz e i due confezionano subito una grande occasione: Morosini di prima intenzione da destra, pronta girata di Ganz e miracolo di Poluzzi.

Al 68′ altra punizione da destra, Casiraghi per Odogwu che ci prova di testa, alto; minuto 74′, Kraja cerca il jolly con un rasoterra fiacco fuori. Al 77′ brivido dietro sull’errore di Battistini che libera Odogwu in area, ma il centravanti ospite si divora il raddoppio calciando alto. Il Lecco finisce bene, in pressione costante: all’86’ Masini da destra mette un pallone lento che inganna la difesa altoatesina, Ganz calcia al volo ma non inquadra la porta. Altro lato del campo, angolo e Odogwu di testa non può schiacciarla. Finisce così: il “brodino” del pareggio non c’è, occorre accontentarsi dei progressi in attesa di tempi migliori e, forse, avversari più morbidi.

Calcio Lecco 0-1 Sudtirol (0-1)

Marcatori: Odogwu (S) al 14′ p.t.

Lecco (4-3-3): Pissardo; Celjak, Merli Sala, Battistini, Zambataro; Masini, Kraja (dal 35′ s.t. Lakti), Lora (dal 9′ s.t. Enrici); Tordini (dal 18′ s.t. Morosini), Mastroianni (dal 9′ s.t. Petrovic), Iocolano (dal 18′ s.t. Ganz) (Ndiaye, Galli, Purro, Reda, Bia, Sparandeo, Buso). All. De Paola.

Sudtirol (4-3-2-1): Poluzzi; De Col (dal 17′ s.t. Malomo), Zaro, Curto, Davi (dal 17′ s.t. Fabbri); Tait, Odogwu, Broh; Rover (dal 27′ s.t. Moscati), Casiraghi (dal 27′ s.t. Voltan); Fischnaller. (Meli, Vinetot, Fink, Candellone, Passarella). All.: Javorcic.
Arbitro: Giordano di Novara

Note: spettatori 786; 363 abbonati e 403 paganti. Ammoniti Lora, Mastroianni, Davi, Iocolano, Enrici, De Col, Tait. Angoli 4-5.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio