Seguici

Basket

Starlight, gennaio è una sosta forzata: «Guardiamo avanti»

Coach Stefano Zucchi traccia un bilancio della prima parte di stagione di Valmadrera: «Il passato non conta. Le ragazze stanno facendo bene. Proveremo a migliorare la rosa se possibile»

Coach Stefano Zucchi
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il mese di gennaio, con la sosta forzata dei campionati regionali a causa del covid, è l’occasione giusta per tracciare un bilancio relativo alla prima parte di stagione in casa SLS Starlight Valmadrera. Il 2021 si è chiuso con l’importante successo contro Vittuone. Al termine della stagione regolare mancano sei partite. La classifica del girone di Serie B dice che sarà lotta fra quattro squadre per la conquista del quinto posto. E Valmadrera è fra queste.

«Il bilancio per quanto mi riguarda è decisamente positivo – commenta coach Stefano Zucchi – Per mio modo di intendere questo sport nei bilanci inserisco tanti fattori e non solo quelli legati ai risultati. Sto “lavorando” in una società che mi ha accolto con grande fiducia e serietà mettendomi sempre nelle migliori condizioni. Le ragazze poi sono fantastiche, un gruppo unito, affiatato, ben disposte al lavoro e all’impegno. Per essere insieme da tre mesi stanno facendo grandi cose sotto l’aspetto sia motivazionale sia cestistico».

«Uno scalino alla volta»

Era lecito aspettarsi qualcosa di più? «Ovvio che anche i risultati contano ma non avendo avuto pressioni particolari stiamo lavorando per salire uno scalino alla volta e in questo momento ci stiamo riuscendo. Il fatto di essere partiti senza aspettative ma con tanta motivazione ci porta oggi a dire che stiamo crescendo, che non dobbiamo mai perdere di vista il miglioramento quotidiano e raggiungere una linea di stabilità sulla quale possiamo contare nei momenti difficili. Il passato anche dal punto di vista delle assenze oramai ce lo lasciamo dietro. Anzi, guardando avanti. Vorremmo incrementare la rosa, nel caso fosse possibile, con l’aggiunta di persone che possano integrarsi al meglio nello spirito di questa squadra».

La partita che l’ha pienamente soddisfatta sul piano del gioco e del gruppo? «Non c’è mai una partita che mi soddisfa a pieno e spero non ci sia mai, perché tendo sempre a un miglioramento sia individuale che di squadra. Bisogna sempre avere traguardi da raggiungere e superarsi ogni volta, anche dal punto di vista personale. La partita che più mi soddisfa, anche se la risposta sembra scontata, è sempre la prossima». E la partita “sgradita”? «Non ce ne sono. Tutto quello che viene dal campo è frutto di nostro atteggiamento, morale, carattere e quindi lo dobbiamo accettare e sempre tendere a migliorare».

Cosa si aspetta coach Zucchi in questo 2022? «Continueremo ad allenarci settimanalmente come da programma, esclusi i giorni di festa. Il lavoro paga sempre».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket