Seguici

Basket

Costa, Geas battuta «con il cuore più che con la tattica»

L’allenatore delle brianzole Paolo Seletti e Laura Spreafico, top scorer con 31 punti, commentano il successo sulle storiche avversarie nell’ultimo turno di Serie A1

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Costa Masnaga ha reagito. La vittoria con Geas Sesto ha acquisito una valenza cruciale a questo punto della stagione, per interrompere la serie negativa, superare le scorie della pausa del Covid e anche per come è arrivata, con la prepotente rimonta nella ripresa. Coach Paolo Seletti a fine gara è apparso visibilmente soddisfatto.

“Una vittoria tanto importante, uno Spritz per un assetato nel deserto – ha commentato – È una sorpresa per come è finito il primo tempo. Abbiamo sporcato la partita con la difesa a zona nel primo quarto, poi all’intervallo ci siamo detti che serviva qualcosa di più energico e agire in contropiede. Le ragazze hanno giocato la partita più dal punto di vista emotivo che tattico, sono state brave. Abbiamo provato ad attaccare il loro lato debole, abbiamo trovato passaggi in uscita che hanno aperto la scatola, trovando di più il canestro”.

Partita sontuosa di Jablonowski e Spreafico. “Sono due dei leader, fra le due metà campo sono le due che dettano il ritmo della squadra e hanno fatto una partita di livello clamoroso. Loro due hanno guidato, ma fondamentale è stata l’energia di Miky Vaughn e ci siamo detti che senza di lei non avremmo vinto. Sta crescendo in maniera costante, così come Beatrice Caloro sta giocando da veterana. In settimana avevamo discusso, ha risposto sul campo facendo tutto bene”.

“Mi sono divertita”

Soddisfatta anche Laura Spreafico, autrice di 31 punti. “In partita penso a fare la cosa utile per la squadra, ringrazio le compagne che hanno sempre fiducia in me e nelle mie qualità. In settimana avevo lavorato per arrivare pronta al match, mi sono divertita e si è visto. Io e Jablonowski a metà partita ci siamo guadate e sapevamo che potevamo riaprirla. A quel punto abbiamo giocato in velocità con meno tatticismi e più serenità, andando sulle nostre caratteristiche: l’arma fondamentale è stata il cuore“.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket