Seguici

Calcio

Pagelle | Calcio Lecco, è la sconfitta peggiore? Blucelesti troppo brutti per essere veri, i cambi non bastano. Morello fa vedere i sorci verdi, ma manca un rigore

Il talento di casa confeziona l’assist per Scardina, colpisce la traversa e spesso mette in difficoltà i blucelesti. Poche sufficienze tra i blucelesti: i cambi danno ma qualcosa ma non basta

Simone Iocolano: una faccia che dice tanto BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 5: c’è sconfitta e sconfitta. Quella con il Renate era stata figlia degli episodi, quella con il Pergo di una prestazione pienamente insufficiente. Peggio di Trieste? Assolutamente.

Pissardo 6,5: preso in controtempo da Scardina sul gol, nella ripresa sembra deviare la stoccata di Morello che va sulla traversa e salva su Bariti.

Battistini 6: nei 90′ la prestazione è sicuramente sufficiente. Prova a mettere una pezza sul gol partita di Scardina, se la vede con Morello e tutto sommato tiene botta.

Marzorati 6,5: il migliore dei blucelesti. Prende tutto quello che passa dalle sue parti, compreso il pallone quando ferma una classica serpentina di Morello al limite dell’area.

Enrici 5,5: poco supportato in copertura, viene perennemente preso in 1 contro 1 da uno specialista del fondamentale come Bariti e soffre.

Masini 5,5: nè a destra nè in mezzo riesce a essere lucido, anche perchè viene perennemente raddoppiato.

Lora 6: dà l’idea di essere l’unico a capirci qualcosa in più là in mezzo e arriva anche al tiro in un paio di occasioni.

(dal 30′ st Di Munno 6: mobile e intraprendente).

Kraja 5: in difficoltà, si trova spesso a rincorrere. Scavalcato nettamente dal cross di Morello, quando rimane nella terra di mezzo.

(dal 25′ st Celjak 6: qualche sgambata e un paio di palloni interessanti in mezzo, ma si vede una certa stanchezza).

Zambataro 5: non riesce mai a sfondare e non supporta a sufficienza Enrici in fase di copertura.

Morosini 5,5: se prendiamo in considerazione una condizione quantomeno approssimativa, la sua prestazione non è da scartare. È tra i pochissimi che riesce a centrare la porta, anche se pecca di lucidità quando non manda in porta Iocolano.

(dal 20′ st Buso 5,5: mezz’ora nella quale non riesce proprio a incidere).

Petrovic 5: lento, e la sua velocità di base è tutt’altro che questa, ma anche senza la dose di cattiveria che servirebbe per vedersela con Lambrughi e Ferrara.

(dal 1′ st Mastroianni 6: entra e la musica non cambia in maniera sostanziale, ma quantomeno crea qualche apprensione alla retroguardia di casa e impegna un minimo Galeotti).

Ganz 5: senza profondità da attaccare, perde la gran parte del proprio potenziale. In 45′ tocca pochissimi palloni.

(dal 1′ st Iocolano 6: stanco, si vede, ma dal punto di vista della trasmissione del pallone la squadra fa un passettino in avanti con lui in campo. Sulla sua punizione un tocco sospetto).

All. Zironelli 5,5: si gioca la carta del turnover e questa decisamente non paga; l’errore sul gol partita è soprattutto di sistema, i difensori si ritrovano in 3 contro 5. I correttivi che opera nella ripresa danno qualcosina a livello d’intensità.

Pergolettese 7: i padroni di casa vincono con merito e rischiano veramente poco. Classifica bugiarda?

Galeotti 6,5; Bariti 6,5, Ferrara 6, Lambrughi 6,5, Villa 6; Zennaro 6,5 (dal 48′ s.t. Vitalucci 6), Arini 6, Varas 6,5; Guiu Vilanova 6 (dal 30′ s.t. Perseu 6), Scardina 6,5, Morello 7 (dal 39′ s.t. Moreo sv). All. Lucchini 7.

Arbitro sig. Andrea Zanotti di Rimini 5: nonostante sia alle prime armi, gestisce bene l’umoralità della gara. Sul primo tocco di Arini non c’è rigore, il secondo è decisamente sospetto e con tutta probabilità meriterebbe l’assegnazione della massima punizione.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio