Seguici

Volley

AcciaiTubi Picco Lecco, la rimonta sulla Warmor Gorle muore su una follia arbitrale. Il “Bione” scopre la stella di Bracchi

Le biancorosse vanno sotto 0-2 contro le bergamasche, ma reagiscono di forza e portano la gara al tie break: sul 13-14 la scellerata scelta di Andrea Michele Aleo

Le biancorosse contestano l'ultima, assurda decisione arbitrale BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Partita infinita al “Bione”, dove a imporsi è la Warmor Gorle al cospetto di un’AcciaiTubi Picco Lecco incerottata ma frenata anche da una direzione arbitrale quantomeno discutibile. Sotto 0-2 tra le mura amiche anche a causa di un set point annullato sullo 0-1 a causa di una chiamata dubbia (tocco non ravvisato sulla schiacciata di Lancini da posto 4), il signor Andrea Michele Aleo si è confermato in serata “no” sul 13-14 del tie break, quando ha ravvisato un tocco inesistente sul match point, con la palla che aveva invece sorvolato nettamente il muro a due, assegnando di fatto la vittoria alle bergamasche.

Peccato, perché la squadra di coach Gianfranco Milano aveva saputo risalire dall’inferno, conquistando di forza sia il terzo che il quarto set ed esaltando il buon pubblico accorso in via Buozzi per la prima gara a porte aperte dall’inizio del 2020. A brillare è stata anche la stella di Martina Bracchi (21 punti), schiacciatrice classe 2002 che spesso e volentieri ha demolito muro e linea difensiva delle ospiti, confermato le ottime impressioni della fase prestationale; sugli scudi anche Sonia Ratti (23 punti), cresciuta esponenzialmente nella seconda metà di gara, Arianna Lancini (16) e Rebecca Rimoldi (6), mentre ha certamente pesato anche l’assenza forzata di Serena Zingaro, presente più che altro per onor di firma e sostituita poi da Bracchi.

Le biancorosse chiudono con 7 aces, 16 errori da fondo campo, 14 muri messi a segno e una ricezione positiva del 60%.

«Punto ottimo»

«C’è stato un approccio iniziale non ideale alla gara dovuto forse all’emozione – ha spiegato coach Gianfranco Milano dopo la gara -. Abbiamo faticato tanto a fermare il gioco avversario con il risultato che eravamo in difficoltà nell’intaccare il loro muro-difesa. Siamo stati succubi di questa situazione per la gran parte della partita. L’inserimento di Bracchi sicuramente ci ha dato più incisività in attacco e siamo stati bravi a tener duro. Nel complesso sono contento della prestazione, non era facile ribaltare la situazione. Le avversarie hanno dimostrato ottime capacità organizzative in difesa e alcuni elementi davvero in buona condizione. Non abbiamo portato a casa il quinto set solo per un soffio, ma il punto guadagnato è ottimo. Sono fiducioso sulle capacità della squadra e abbiamo dimostrato di essere tosti anche noi». 

AcciaiTubi Picco Lecco 2-3 Warmor Volley Gorle

Parziali: 20-25; 24-26; 25-17; 25-22; 13-15.

AcciaiTubi Picco Lecco: Rimoldi 6, Bracchi 21, Lancini 16, Rettani 7, Ratti 23, Marsengo 9, Zingaro 3.

Durata set: 27’, 32’, 23’, 28′, 20′.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Volley